Taranto – Inseguimento in centro; blitz della finanza; omicidio Dragone, arrestato autore; sequestrata struttura socio-sanitaria; coltellate a una poliziotta (Foto)

Le notizie di martedì 20 febbraio

Le notizie di martedì 20 febbraio

Non si fermano all’alt, inseguimento in centro a Taranto

Gli agenti del Commissariato Borgo durante i consueti servizi di controllo del territorio, hanno notato transitare in Via Oberdan due persone sospette a bordo di una SMART ed hanno deciso di controllarle.
Il conducente della Smart, nonostante gli evidenti segnali acustici e visivi inviati dai due poliziotti a bordo dell’auto di servizio, invece di fermarsi ha aumentato l’andatura con il chiaro intento di dileguarsi.
Ne è scaturito un breve inseguimento terminato in via Duca di Genova, al termine del quale il giovane alla guida è riuscito a dileguarsi a piedi. Il passeggero, un 21enne tarantino, invece è stato bloccato dai poliziotti e trovato di possesso di una modica quantità di hashish.
Accompagnato negli uffici del Commissariato, il giovane fermato non ha fornito alcuna collaborazione ai fini dell’identificazione dell’altro giovane che è riuscito nel frangente a scappare via.
Le successive indagini, hanno permesso comunque di risalire all’identità di quest’ultimo, accertando che lo stesso era sottoposto alla misura della Sorveglianza Speciale di polizia.
Pertanto al termine delle indagini, il conducente, un tarantino di 25 anni, è stato denunciato per inosservanza alla misura di polizia alla quale è sottoposto. Il suo amico è stato deferito in stato di libertà per favoreggiamento personale ed è stato inoltre segnalato all’Autorità competente per l’uso di sostanza stupefacente.

Estorsioni, detenzione di armi e spaccio di sostanze stupefacenti

Eseguite ordinanze di custodia cautelare nei confronti di dodici soggetti tra le province di Brindisi, Bari, Taranto e Foggia; la nota stampa delle Fiamme Gialle

Alle prime ore del mattino e’ stata data esecuzione da parte dei finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Brindisi, di 11 misure cautelari nonché un obbligo di dimora disposte dal G.I.P. del locale Tribunale, nelle province di Brindisi, Foggia, Taranto e Trani (BA).

L’ordinanza cautelare si fonda sulle risultanze di una complessa indagine svolta dalle fiamme gialle – con il coordinamento della Procura della Repubblica di Brindisi – che ha smascherato uno strutturato gruppo criminale stabilmente dedito ai reati di estorsione e di tipo predatorio (furti e rapine), allo spaccio di sostanze stupefacenti nonché alla detenzione e porto illegale di armi.

In particolare il gruppo criminale, che non lesinava ad utilizzare le armi per affermare i propri metodi delinquenziali, al fine di procurarsi un ingiusto profitto, minacciava i malcapitati con richieste estorsive paventando, in caso di mancato pagamento, gravi conseguenze fisiche e patrimoniali.

Svolta indagini omicidio Dragone, arrestato il presunto autore

SVOLTA INDAGINI OMICIDIO DRAGONE, ARRESTATO PRESUNTO AUTORE
Svolta nelle indagini sull’omicidio del 45enne Cosimo DRAGONE, avvenuto lo scorso 4 gennaio in agro di Palagiano. Arrestato il presunto omicida.

I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Taranto e della Compagnia Carabinieri di Massafra (Ta), hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di un 47enne massafrese ritenuto responsabile di omicidio, porto e detenzione in luogo pubblico di armi da sparo.

Le indagini, avviate dai Carabinieri a seguito del rinvenimento, in agro di Palagiano, nella mattinata 06 gennaio 2018, del corpo senza vita del bracciante agricolo Cosimo DRAGONE, hanno consentito di raccogliere una serie di elementi di elevata gravità indiziaria nei confronti dell’uomo.

L’arrestato, rintracciato a Taranto a bordo di un camper, è stato fermato nei pressi di un cantiere navale ubicato nel quartiere Tamburi.

Potrebbero interessarti anche