Taranto – Tentato furto in centro e inseguimento in città (Foto)

I comunicati stampa dei Carabinieri

Taranto, tenta di rubare auto in pieno centro, colto in flagrante viene arrestato

La nota stampa dei Carabinieri

I Carabinieri della Compagnia di Taranto, hanno tratto in arresto in flagranza di reato, per danneggiamento e tentato furto aggravato un 43enne tarantino, noto alle Forze di Polizia. L’intensificazione dei servizi nel capoluogo ionico sta permettendo di incrementare il presidio in tutti i quartieri della città e di prevenire e reprimere la commissione di reati, soprattutto con particolare riguardo ai furti in abitazione, negli esercizi commerciali e su autovetture.

I militari, nel corso di un servizio di pattuglia automontata, nel quartiere Borgo del capoluogo ionico, transitando in via Crispi, sorprendevano l’uomo che, dopo aver forzato lo sportello tramite arnesi da scasso, si era introdotto all’interno di una autovettura di proprietà di un residente con l’intento di asportarla.

Il rapido intervento dei Carabinieri consentiva di bloccare il malvivente, evitando che portasse a termine l’azione criminosa.

L’uomo di 43 anni è stato condotto in caserma e, successivamente, sottoposto agli arresti domiciliari

Loading...

Il 43enne, condotto in caserma, veniva arrestato per tentato furto aggravato e danneggiamento e, al termine delle formalità di rito, su disposizione dell’A.G., veniva tradotto presso la propria abitazione e sottoposto agli arresti domiciliari.

L’autovettura è stata restituita al legittimo proprietario.

Taranto – Inseguimento contromano in Viale Magna Grecia

Inseguimento nella notte: due giovani arrestati dalla Polizia di Stato
Il conducente appena maggiorenne era privo di patente e l’auto era sprovvista di assicurazione e di revisione
Intorno alle tre di questa notte, gli agenti della Volante, in servizio nella Borgata di Talsano, hanno incrociato in Via Mediterraneo una “Daewoo Matiz” con due giovani a bordo procedere ad altissima velocità.

I poliziotti hanno cercato di fermarla intimandogli l’ALT ma il conducente dell’auto incurante delle segnalazioni ha continuato la folle corsa in direzione Viale Unità D’Italia. Gli agenti si sono posti così all’inseguimento della Daewoo allertando gli altri equipaggi presenti nella zona.
Giunti in Viale Magna Grecia dove un altro equipaggio era appostato ad attendere i due fuggitivi, il conducente dell’auto ha momentaneamente arrestato la marcia dando l’impressione di volersi fermare.

Ma appena un poliziotto sceso dall’auto di servizio si è avvicinato al veicolo, il giovane al volante ha improvvisamente inserito la retromarcia cercando di investirlo e dopo un “testacoda” ha poi imboccato contromano prima Viale Magna Grecia e poi Viale Unità di Italia, continuando nella sua fuga. Solo dopo alcuni chilometri percorsi tutti contromano, mettendo a serio pericolo gli automobilisti che percorrevano la carreggiata nel giusto senso di marcia, gli agenti sono riusciti a raggiungere l’auto e bloccarla.

INSEGUIMENTO CONTROMANO IN VIALE MAGNA GRECIA (LE FOTO)

I due occupanti ancora decisi a non fermarsi hanno cercato di dileguarsi a piedi nelle campagne circostanti, ma sono stati fermati dagli agenti.
I due giovani sono stati accompagnati negli Uffici della Questura e nel corso dei primi accertamenti è risultato che il conducente appena maggiorenne non era in possesso della patente di guida, perché mai conseguita e che la Daewoo sulla quale hanno cercato di scappare era priva della prevista assicurazione e della periodica revisione scaduta lo scorso anno.

I due giovani sono stati sottoposti agli arresti domiciliari

Dopo le formalità di rito i due giovani, di 18 e 23 anni, entrambi incensurati, come disposto dall’Autorità Giudiziaria competente, sono stati posti in regime degli arresti domiciliari.