Trump vince la prima tappa delle primarie in Iowa

Il leader repubblicano supera con facilità DeSantis e Haley le primarie nell'Iowa: il prossimo 23 gennaio tocca al New Hampshire

Una vittoria convincente e storica, a conti fatti da record: Donald Trump vince con facilità la prima tappa di quella che dovrebbe essere la sua grande corsa elettorale per contendersi la vittoria delle presidenziali il prossimo 5 novembre con il democratico e attuale presidente Joe Biden.

In Iowa è andata in scena la prima tappa delle primarie repubblicane, i cosiddetti caucus, e il tycoon ha avuto la meglio sui suoi due rivali, il governatore della Florida Ron DeSantis e l’ex governatrice del South Carolina Nikky Haley, ottenendo il 51% dei voti. A DeSantis e Haley, con il primo che ha girato in lungo e in largo ogni contea dello Stato, sono andati rispettivamente il 21 e 19% dei voti. In precedenza a correre per giocarsi un posto tra le fila dei repubblicani era presente anche l’imprenditore Vivek Ramaswamy che, tuttavia, dopo il fallimento dell’Iowa ha dichiarato il ritiro e l’appoggio all’ex presidente.

- Advertisement -

La vittoria di Trump – che nello stato del Midwest ha superato il risultato raggiunto da Bob Dole (il quale perse in seguito contro il futuro presidente George H. Bush) nelle primarie del 1988 di quasi 13 punti – dimostra quanto il 77enne leader repubblicano sia popolare tra i suoi elettori. Anche nelle prossime tornate elettorali ci si aspettano risultati di questo tipo, almeno negli stati considerati tradizionalmente vicini ai conservatori. Nonostante i processi di varia natura che sta affrontando nell’ultimo periodo e l’avversità di molti media americani e internazionali nei suoi confronti, l’imprenditore continua a macinare consensi e non dovrebbe avere problemi a superare i suoi avversari nemmeno nelle prossime tornate elettorali: il prossimo 23 gennaio nel New Hampshire, il 6 febbraio in Nevada e in South Carolina il 24 febbraio.