Una Giornata di visite a Formentera

Formentera è senza dubbio una delle più belle e frequentate Isole della Spagna

Se cercate una vacanza all’insegna della tranquillità, lontana dalla caotica e vicina Ibiza, l’isola di Formentera è ciò che fa per voi. L’isola con i suoi 5.500 abitanti, turisti esclusi, offre lunghe spiagge con sabbia indorata dagli stiracchiati raggi di sole, limpide acque salate dove bagnarsi e rinfrescarsi e campi di cereali. Insomma, tutti elementi che ne fanno un vero e proprio angolo di paradiso sulla terra. A tal proposito l’UNESCO ha dichiarato l’isola Riserva Naturale e Patrimonio dell’umanità.

A Formentera potrete riassaporare il divertimento tipico degli anni ’70 con feste sulla spiaggia, piccoli pub ed un abbigliamento decisamente alternativo. Sole, mare, divertimento, relax e nessun elemento di disturbo, eccetto noi italiani, simpaticamente, chiamati scooter dagli abitanti del posto per lo smodato e rumoroso uso di motorini e moto. In alta stagione è facilmente possibile incontrare VIP italiani ai quali chiedere autografi o scattare selfie.

Le spiagge altamente frequentate dai turisti sono quelle di Illetes e Llevant che primeggiano per la sabbia bianchissima ed il mare caraibico, oltre ai numerosi servizi che offrono. Se, invece, siete alla ricerca di privacy e quindi lontani da sguardi indiscreti, le spiagge di Cala Sahona e di Migjorn sono quelle che fanno a caso vostro. La spiaggia di Cala Savona offre un panorama naturale di rara magnificenza e beltà con scogli rossi che fanno da cornice all’azzurro manto del mare. L’isola di Migjorn è tra le più grandi dell’isola ma è anche la meno frequentata essendo posizionata nell’estremo sud dell’isola. Infine, l’isolotto di Espalmador dona ai visitatori mare, natura ed una quantità enorme di specie di animali.

Loading...

I nuclei urbani e la chiesetta Il nucleo urbano di Formentera è San Francesco Xavier de Formentera. Intorno alla piazzetta, dominata dalla Chiesa del XVIII Secolo si svolge la vita cittadina dell’isola. Tale chiesa, in passato, svolgeva la funzione di fortezza per difendersi dagli attacchi dei pirati. Un altro centro dell’isola è San Ferran De Ses Roques che è ricco di bar e ristoranti ed ospita uno dei luoghi storici dell’isola, il Fonda Pepe che negli anni ’70 fu un famoso ritrovo degli hippies. Da San Ferran è facile poi raggiungere El Pilar De La Mola. Qui il mercoledì e la domenica è possibile fare acquisti nel mercato hippie. Proseguendo, a ridosso di una cava naturale e racchiusa tra due isolotti, troviamo Es Pujols, altro centro dell’isola. Infine, per chi volesse disporre di servizi utili alla navigazione può visitare La Savina che ospita il porto di Formentera.

Cosa mangiare a Formentera?

Formentera oltre ad offrire pittoreschi paesaggi marini, offre prelibatezze culinarie in grado di soddisfare anche i palati più sofisticati. Il pesce è naturalmente l’elemento essenziale nella tradizione culinaria dell’isola. Il peix sec, ovvero pesce secco, viene utilizzato infatti nelle insalate o in altri piatti. Nella tradizione gastronomica del luogo un altro elemento di notevole importanza è la “Mattanza”. È consuetudine che una volta l’anno le famiglie si riuniscano per uccidere il maiale e così preparare piatti quali il bollito o la frittura di mattanza e la sobresada. I più golosi potranno gustare i dolci, altra specialità del posto, ad esempio le “orelletes“, fatte con la pasta sfoglia e lo zucchero a velo, ed i “bunyols“, dolci fritti con succo d’arancia.

La tradizione artigianale Estro creativo e rigore del mestiere caratterizzano la tradizione artigianale di Formentera. Una tradizione che ancora oggi risente della cultura alternativa tipica degli anni ’70. Tra i mercati ed i negozi dell’isola potrete trovare ceramiche, bigiotteria, vestiti e dipinti tutti lavorati a mano.

Formentera, i luoghi da visitare

Come già detto prima, Formentera vanta uno splendido paesaggio naturale. A tal proposito, il Comune ha predisposto 20 itinerari che i turisti possono percorrere a piedi o in bici per poter meglio raggiungere e conoscere le bellezze dell’isola. Una bellissima meta turistica da visitare è la Riserva delle Saline. Infatti, specialmente nel periodo di cristallizzazione del sale, le pozze assumono un colore roseo simile a quello delle piume dei fenicotteri che si nutrono dei microrganismi presenti nelle pozze stesse. Una sfavillante e pirotecnica effusione di colori che offrono spunti interessanti agli amanti della fotografia.

Come raggiungere Formentera e come spostarsi al suo interno

L’isola di Formentera non ha un aeroporto proprio ed è quindi accessibile solamente via mare. Pertanto chi volesse raggiungere l’isola deve far riferimento all’aeroporto di Ibiza oppure a quello di Barcellona. Se optate per Ibiza, una volta arrivati all’aeroporto potrete con un autobus o un taxi raggiungere il porto e prendere uno dei traghetti che vi condurranno poi a destinazione. Una volta giunti a destinazione per spostarvi agevolmente  è consigliabile noleggiare una moto.