Vacanze di Natale: ecco alcune previsioni

babbo

Siamo ormai a dicembre, l’ultimo mese dell’anno, il mese in cui si celebra una delle festività più diffuse nel mondo: il Natale. Sebbene le radici di questa festa siano religiose, intorno ad essa ruotano oggi tutta una serie di tradizioni e usanze che non hanno molto a che fare con il suo significato originario. Basti pensare all’albero di Natale, alla sfrenata corsa agli acquisti, ai negozi aperti fino a tardi, ai pranzi e cenoni di vario genere: tutto ciò caratterizza questo momento dell’anno per una buona fetta della popolazione mondiale. Ma quali sono le “cifre” del Natale? Ad esempio, quante persone si sposteranno in Italia in questo periodo? E quante si concederanno per l’occasione una vacanza in un altro paese?

Per rispondere ad alcune di queste curiosità, il portale di viaggi GoEuro ha realizzato una simpatica infografica che ci informa sulle abitudini degli italiani legate alle feste natalizie. Punto centrale dell’infografica è il cosiddetto Grande Esodo di Natale, cioè l’insieme di spostamenti che milioni di persone compieranno durante le vacanze, ma al suo interno si possono trovare altre informazioni divertenti. Un dato interessante riguarda sicuramente i mezzi che gli italiani sceglieranno per muoversi: automobile, aereo, treno e autobus. Più di 21 milioni di italiani opteranno per le quattro ruote, mentre quasi 5 milioni hanno acquistato o acquisteranno voli; il treno sarà scelto da circa 3 milioni di viaggiatori e “soltanto” 2,4 milioni si affideranno agli autobus.

Loading...

Un altro dato rilevante riguarda il numero delle persone che viaggeranno nel in queste settimane di festa. In Italia si muoveranno complessivamente 26,6 milioni di persone (nel centro-sud sono attesi 1,6 milioni di turisti), mentre 4,8 andranno all’estero. Nella concitazione qualcuno purtroppo perderà il proprio volo (GoEuro stima che saranno quasi 25mila i voli persi), qualcun altro perderà o riceverà in ritardo il suo bagaglio (più di 36 mila).

Di sicuro gli italiani non si priveranno delle classiche abbuffate natalizie. Saranno 95 milioni i panettoni divorati durante le feste e 196  milioni i litri di vino consumati. Questi pasti pantagruelici ci faranno prendere più di mezzo chilo a testa (o sarebbe meglio dire “a pancia”) e nel complesso cibo e regali ci faranno sborsare mediamente 374 euro ciascuno. Insomma andrà a finire come ogni anno: ci ritroveremo a gennaio appesantiti e col portafogli più sgonfio.

Potrebbero interessarti anche