Vite dietro un velo

Nell’era dell’apparenza, dell’esibizionismo virtuale e non, delle innumerevoli trasgressioni esistono ancora vite nascoste, limitate e in qualche modo imposte.

Sono le vite delle donne islamiche, di cui abbiamo avuto modo di parlare anche in precedenza e che ora proviamo a raccontare in maniera diversa, attraverso degli scatti fotografici. A proporre l’idea è la fotografa yemenita Bushra Almutawakel che ha deciso di raccogliere in un’unica immagine alcuni scatti di come le donne, a suo avviso, scompaiano letteralmente sotto la pressione degli integralisti che le costringono a indossare il velo.

Loading...

L’immagine, come si può vedere, propone una giovane madre con figlia e neonata che nella successione degli scatti indossano veli sempre più opprimenti fino a un niqab completo che copre totalmente le figure confondendosi con lo sfondo nero.

Il lavoro di Bushra si intitola Disparition, ovvero sparizione. Sparizione corporea e in particolar modo sparizione personale. Di chi si cela dietro questa spessa coltre di veli non potremmo sapere nulla. Nessuna aspirazione, passione, soddisfazione o ambizione. Solo infanzia e vite costantemente oscurate. Praticamente negate.