10 Giugno: le associazioni animaliste scendono in piazza

marino

Il prossimo 1o giugno le associazioni animaliste scendono in piazza per protestare contro il Sindaco Ignazio Marino e per ricordare tutte le promesse fatte dal Primo cittadino della Capitale in campagna elettorale e poi mai mantenute. L’appuntamento è alle 19,30 al Pantheon.

La data del 10 giugno non è, dunque, una data casuale, ma coincide con il primo anno di attività di Marino, che aveva garantito che qualcosa sarebbe cambiato per Roma, soprattutto per quel che riguardava i diritti degli animali. E sono proprio questi stessi diritti che le associazioni animaliste ora vogliono veder rispettati.

Loading...

Le richieste sono diverse ed accendono gli animi degli attivisti, andando a sommarsi agli scontri inerenti la paventata chiusura dei canili romani da parte dell’Amministrazione comunale, che vanno ormai avanti da qualche settimana.

In particolare, il Comitato Cittadini di Roma per gli Animali chiede la riapertura dell’Ufficio Diritti Animali  e la nomina di un suo responsabile, che si faccia garante della tutela e della difesa dei nostri amici a quattro zampe.

Inoltre, questo denuncia l’assenza di attenzione e, soprattutto, di fondi da parte dell’Amministrazione comunale per il sostentamento delle colonie feline e del Centro Recupero Fauna Selvatica della L.I.P.U., che si trova presso il Bioparco, i quali vanno ormai avanti da mesi senza ricevere neppure un euro. Ma se i soldi per tali strutture sembrano impossibili da recuperare per il Comune, allo stesso tempo ne vengono spesi fin troppi per i circhi, che tra il 2013 e il 2014 hanno incrementato gli spettacoli a Roma, malgrado le reiterate denunce di maltrattamento degli animali, spesso anche esemplari esotici e in via di estinzione.

lipu

 

Ancora, lo stesso Comitato chiede che venga ideato e reso effettivo un piano istituzionale di contenimento del fenomeno del randagismo, attraverso un programma di sterilizzazione e di microchippatura degli animali, e che le autorità intervengano, quando attivate per denunciare casi di abbandono o di incidenti, in cui, il più delle volte, le vittime sono proprio i nostri amici a quattro zampe.

Infine – e anche qui la diatriba va ormai avanti da anni, sempre con alterne vicende – il Comitato Cittadini di Roma per gli Animali ricorda al Sindaco la promessa fatta di occuparsi delle botticelle e delle difficili condizioni, in cui sono costretti a vivere i cavalli romani sfruttati per tale attività.

Le richieste sono, quindi, tante e diversificate. Chiunque voglia scendere in campo in prima persona a sostegno delle denunce e delle richieste presentate dalle associazioni animaliste, oltre a ritrovarsi in piazza il 10 giugno insieme ai propri amici a quattro zampe, può anche dare la propria adesione, mandando una mail all’indirizzo di posta elettronica: comitatocittadini@email.it.

Il faccia a faccia tra Roma Capitale e associazioni continua…