2 ottobre: festa dei SS. Angeli Custodi

Dal 2005 la festa dei nonni ricorre il 2 ottobre accanto agli Angeli Custodi

Angelo di Dio che sei il custode mio illumina custodisci reggi e governa me che ti fui affidato dalla Pietà celeste“, recita la preghiera dell’Angelo custode. Un aiutante spirituale che non vediamo ma che silenziosamente vive e soffre insieme ad ognuno di noi. Rispetta il libero arbitrio concesso da Dio ad ogni esser umano ma indirizza quest’ultimo verso la strada più giusta per la sua anima. Si è parlato tanto di Angeli. C’è chi afferma di vederli o di averli visti. Chi sostiene di sentirli. Si può inevitabilmente dedurre contro ogni dubbio che ci sono e combattono pur di proteggere le nostre anime che in questo millennio sono più che amareggiate. Qualcuno ha dedicato un romanzo al loro operato. Qualcun altro ha espresso la propria gratitudine con un film che li ritrae come supereroi delle nostre vite. Tanto fondamentali per l’esistenza umana da guadagnarsi un giorno nel calendario liturgico. Ed oggi 2 ottobre si festeggia il loro starci accanto nel bene e nel male.

Dal 2005 il Parlamento italiano ha voluto festeggiare i nonni accostandoli alla figura degli angeli custodi.

Oramai in Italia sono 13 anni che gli angeli custodi si dividono questa festa con la figura saggia dei nonni. Questi ultimi hanno la pazienza e la sapienza di valutare il corso della vita e degli eventi. E in questo tempo che scorre veloce sono i validi sostituti temporanei dei genitori durante l’assenza giustificata dall’intensità e dal bisogno di lavorare per sbarcare il lunario.

La funzione importante va dai nonni-sitter agli aiutanti economici delle famiglie dei propri figli. Il loro sostegno che sia economico e/o di compagnia è fonte di risparmio per le famiglie neo nascenti. Dati certi indicano l’importanza dei nonni nella società attuale: i nonni italiani contano 12 milioni di presenze, ma scende l’età che parte dai 54,8 anni in poi. In Italia più del 30% dei nonni si dedicano ai propri nipoti dimenticandosi del tempo libero. D’altro canto più del 40% dei nonni italiani offre il proprio sostegno economico alle famiglie dei figli.

Ma se in Italia la festa dei nonni è al suo tredicesimo anniversario, nel mondo conta decenni di festeggiamenti.

Negli Stati Uniti la festa dei nonni nacque dall’idea di una donna del West Virginia felicemente mamma di una prole composta di 15 figli e grandmother (nonna in Italia) di 40 nipoti. Nel lontano 1970 la chiassosa famiglia aveva a capo una splendida Marian Mc Quade. Una donna che con questa festa ha onorato le sue giornate e la sua famiglia. La data si diversifica da quella italiana poiché ricorre la prima domenica di settembre.

In Italia il simbolo ufficiale della festa dei nonni è il fiore non-ti-scordar-di-me.

Per non dimenticare la loro importanza, la loro presenza e la ricchezza dei loro racconti che diventano scrigni di sapienza a cui attingere nel corso dell’esistenza per ciascun nipote. E nel tempo diventeranno quel ricordo nostalgico per chi ahimè non gode più della loro presenza fisica ma potrà sempre contare sul loro aiuto spirituale accanto al proprio angelo custode. Tanti auguri Nonni d’Italia e tanti auguri Angeli Custodi!

Potrebbero interessarti anche