4 giugno 1944: Roma città aperta e libera

copertina roma libera

E’ proprio il 4 giugno, esattamente di 70 anni fa, che Roma diventa città libera. Un evento che è ancora vivo nei ricordi di chi allora c’era, che ben conosce chi lo ha solo studiato sui banchi di scuola e che l’intera Capitale vuole continuare a celebrare attraverso spettacoli teatrali, concerti, mostre, letture e dibattiti.

Ecco che, dunque, nella settimana compresa tra il 4 e l’8 giugno l’intero territorio urbano, dalle periferie più estreme fino al centro storico, sarà impegnato a testimoniare quelle giornate di intenso fervore del 1944, che si sono risolte con la liberazione di Roma da parte degli Alleati e la fine dell’occupazione nazifascista. Tante iniziative diverse, tutte rigorosamente gratuite.

Loading...

Al Complesso del Vittoriano sarà possibile visitare la mostra “19 luglio 1943 – 4 giugno 1944. Roma verso la libertà”, che verrà inaugurata dal Primo Cittadino di Roma, Ignazio Marino,proprio il 4 giugno. Il tema centrale dell’esposizione verterà sul racconto di come Roma ha vissuto quegli anni, caratterizzati da deportazioni, scontri, torture, morte e, soprattutto, da un ingente spargimento di sangue, che non ha risparmiato pressoché nessuno. Come ogni guerra, soprattutto il secondo conflitto mondiale ha mietuto milioni di vittime, ha lasciato orfani, vedove, ha cancellato intere famiglie e Roma, al pari di ogni altra parte del mondo coinvolta, non ne è di certo uscita indenne. Così la mostra vuole proprio illustrare i momenti dell’occupazione nazifascista del biennio 1943-1944, fino al bombardamento finale e alla liberazione della città.

L’esposizione sarà aperta fino al prossimo 20 luglio e, tra le diverse opere esposte, sarà possibile vedere anche le dieci migliori fotografie, selezionate nell’ambito del concorso organizzato da Roma Capitale e dal quotidiano La Repubblica, inerenti sia immagini d’epoca che scatti attuali, ricordi o quant’altro possano raccontare i giorni vissuti da Roma in quel periodo.

Ma è la serata di sabato a rappresentare un momento di intensa riflessione sull’evento storico della liberazione e su cosa questo abbia comportato per Roma. Non solo la fine di una dominazione sanguinosa e repressiva, spinta oltre i limiti di ogni rispetto della dignità umana, ma anche l’inizio di un nuovo ruolo, di una nuova impresa: essere la Capitale d’Italia.

Così, grazie al patrocinio di Roma Capitale, in collaborazione con Istituto Luce-Cinecittà e Zètema Progetto Cultura, con l’organizzazione di Comunicare Organizzando alle ore 20.00 sarà possibile assitere al concerto all’aperto, nello splendido contesto dei Fori Imperiali, dove ad aprire sarà la Street Band, che suonerà tra il pubblico stesso, poi ci sarà Freedom di Duke Ellington e, a seguire, Sacred Concert per Voce curato dalConservatorio Santa Cecilia di Roma.

Alle 21.30 verrà proiettato quello che può essere considerato il documento iconico simbolo della liberazione di Roma, ossia il capolavoro di Rossellini Roma Città Aperta . La versione scelta per l’occasione è quella restaurata dall’Istituto Luce Cinecittà, della Fondazione Cineteca di Bologna e della CSC-Cineteca Nazionale.

Sempre nell’ambito delle iniziative legate a “4 Giugno Roma è Libera“, l’Archivio Storico Capitolino propone una mostra intitolata “4 Giugno 1944: il giorno che sciogliemmo la campana del Campidoglio”. Il pubblico qui potrà visionare, tutti i giorni,dal 4 al 30 giugno, ad esclusione del sabato e della domenica,dalle 10 alle 18, presso l’Archivio Storico Capitolino, P.zza dell’Orologio, 4 manifesti e documenti dell’epoca, volantini clandestini e altri scritti prodotti nel periodo compreso tra l’8 settembre1943 (giorno dell’Armistizio) e il giugno del 1944, in genere non visibili, appartenenti alla raccolta Pirotta e ai fondi documentari del Gabinetto del Sindaco e del Segretariato Generale.

Sono moltissime altre le iniziative culturali proposte dall’Amministrazione Comunale. Il programma dettagliato delle giornate, nonché la brochure e la locandina, sono presenti sul sito di Roma Capitale, all’indirizzo www.comune,roma.it, oppure si può contattare il numero 0606008. Per le passeggiate è, invece, necessaria la prenotazione al 339.3585839.