Arrestati sette anarchici in Trentino

Quando la violenza è più vicina di quello che pensiamo

Sono sette gli anarchici arrestati in Trentino, persone molto pericolose che nascondevano un vero e proprio arsenale. Molto probabilmente stavano anche progettando degli attentati contro quello che loro chiamano “il sistema oppressivo e corrotto”.

Senza dimenticare che sono i responsabili di una serie di attentati contro obiettivi istituzionali commessi tra il 2017 e il 2019. Tra questi anche l’ordigno del 13 ottobre 2018 davanti alla sede della Lega di Ala (Trento), dove sarebbe dovuto andare Matteo Salvini. Insomma gente che colpiva nei luoghi istituzionali per fare più male possibile, e non importava se c’erano anche altre persone che non avevano nessuna colpa, se non quella di abitare nelle vicinanze.

Il blitz

Con un blitz Carabinieri e Polizia hanno arrestato gli anarco- insurrezionalisti mettendo fine per sempre alla loro attività criminale. Gli inquirenti sono riusciti ad arrivare ai sette arrestati grazie a pedinamenti e intercettazioni che hanno permesso di mettere in chiaro lo scenario in cui gli anarchici agivano.

Adesso per gli arrestati si apre un periodo di interrogatori senza tregua perché tante cose devono ancora essere chiarite. Si tratta di un’attività illegale che non può essere sottovalutata e non possiamo di certo permetterci il lusso di abbassare la guardia.

La reazione di Salvini

Il vice premier e ministro dell’interno Matteo Salvini ha commentato: “Complimenti a Polizia e Carabinieri: con un blitz antiterrorismo hanno arrestato sette anarco-insurrezionalisti. È successo in Trentino. Questi signori sarebbero i responsabili di vari attentati, tra i quali l’ordigno fatto esplodere davanti alla sede della Lega di Ala, a Trento, il 13 ottobre 2018. Nessuna tolleranza per violenti e criminali”.

Anche le altre forze politiche si sono dette soddisfatte di questi arresti, definendole un grande passo in avanti verso la sicurezza e la pacificazione delle parti più violente dell’anarco- insurrezionalismo.

Sia a sinistra sia a destra le parti più estreme sono sempre le più violente ed è per questo che bisogna sempre fare molta attenzione.

 

Loading...
Valeria Fraquelli
Sono una ragazza di trenta anni con Laurea triennale in Studi Internazionali e Laurea magistrale in Scienze del governo e dell'amministrazione; ho anche frequentato un Master e vari corsi post laurea. Conosco oltre all'italiano, inglese e francese e il tedesco a livello base. Le mie passioni sono leggere, scrivere di attualità, ambiente e animali e viaggiare per scoprire sempre posti nuovi. Oltre che per Quotidian Post scrivo anche per Prima Pagina on line, Notiziario Estero e Report Difesa. Ho anche un blog personale http://valeryworldblog.com
Potrebbero interessarti anche