Bandiere Blu 2019, ecco le spiagge più belle, 385 in totale

Edizione numero 33 per il riconoscimento assegnato dalla ong danese Fee: salgono a 183 i comuni e a 72 gli approdi turistici premiati.

Stamani nella sede della Cnr sono state premiate le spiagge più belle del 2019. In totale sono 385 spiagge con la Liguria al primo posto seguita da Toscana e Campania. Sono le bandiere Blu 2019 assegnate dalla Foundation for Environmental Education (FEE) a 183 comuni, 8 in più rispetto ai 175 dello scorso anno, 12 sono i nuovi ingressi, mentre 4 sono usciti. Premiati anche gli approdi turisti che quest’anno sono 72.

La Liguria sale a 30 località con 3 new entry

La Liguria sale a 30 località con tre nuovi ingressi (Imperia, Riva ligure e Sanremo) e guida la classifica nazionale, segue la Toscana con 19 località, la Campania rimane a 18 Bandiere, con 15 località seguono le Marche che perdono due Bandiere ma segnano un nuovo ingresso. La Sardegna è presente con 14 località con un nuovo ingresso, mentre la Puglia conquista una nuova località e raggiunge 13 Bandiere perdendone due. La Calabria va a quota 11 con due nuovi ingressi, mentre l’Abruzzo sale a 10 con l’ingresso di un lago.

Il Lazio arriva a 9 bandiere con una nuova entrata,  il Veneto conferma le sue 8 Bandiere; l’Emilia Romagna conferma le sue 7 località, come la Sicilia che ne guadagna una passando a 7 Bandiere. Questo premio prestigioso viene assegnato dalla ong danese Fee, ai comuni con le acque più belle e pulite.

Acque pulite

La procedura di certificazione segue infatti la norma Uni-En Iso 9001:2015. Primo elemento sono ovviamente i risultati delle analisi che, nel corso degli ultimi quattro anni, le Arpa (Agenzie regionali per la protezione dell’ambiente) hanno effettuato nell’ambito del Programma nazionale di monitoraggio, condotto dal ministero della Salute insieme a quello dell’Ambiente.

Valorizzare il proprio patrimonio

Per piantare la bandiera Blu occorre incassare buoni punteggi, in particolare gestire e migliorare le problematiche presenti nel territorio. Anche quest’anno sono stati messi sotto torchio il grado di funzionalità degli impianti di depurazione, la gestione dei rifiuti con  particolare attenzione alla raccolta differenziata. Ma non solo vengono valorizzate anche le iniziative dei comuni per il periodo estivo in particolare la valorizzazione delle aree naturalistiche presenti nel territorio. Piste ciclabili, zone pedonali e la possibilità di accesso al mare a tutti senza alcuna limitazione.

Il presidente della Fee Claudio Mazza ha dichiarato “Annunciamo con soddisfazione, anche per il 2019, un aumento di Comuni Bandiera Blu, ben 183, sottolineando che “quella di Bandiera Blu è una filosofia dei piccoli passi ma cose molto concrete, che nel tempo determinano il cambiamento”.

Il riconoscimento della Bandiera Blu, spiega Stefano Laporta, presidente Ispra e Snpa,non è soltanto un’etichetta, ma un’esortazione a migliorare e a promuovere la cultura ambientale e il segno evidente che turismo e sostenibilità possono e devono andare di pari passo e coniugarsi”.

Potrebbero interessarti anche