Bellissimo Brasiliano si opera per sembrare coreano

brasiliano intervento

Durante un viaggio in Corea del Sud il giovane ha esplorato la cultura coreana apprezzando ogni cosa. Rimasto affascinato dalla loro fisionomia, usanze, costumi ecc e’ rimasto colpito fino ad arrivare a una netta presa di posizione.
Si tratta di un giovane modello brasiliano che ispirandosi alla fisionomia dei coreani e amando il loro stile ha deciso di essere come uno di loro
Il giovane brasiliano afferma sui blog che la vita e’ una sola e che se non si diventa quello che si vuole non si sarà mai felici. Il ragazzo originariamente prima dell operazione era biondo con gli occhi azzurri, poi con il nuovo look e con l operazione e’ divenuto completamente irriconoscibile! Capelli neri, occhi scuri, look sbarazzino e stile coreano nell abbigliamento.
La reazione della madre quando vide il figlio tramutato da occidentale ad asian e’ rimasta sotto shock. Non si e’ dimostrata concorde con la scelta del figlio, proprio lei che di professione fa la psicoterapeuta e ogni giorno insegna ai suoi utenti di non sottoporsi a interventi inutili e sciocchi.
Vedere il proprio figlio trasformato interamente a livello facciale e’ stato per essa un trauma! Il figlio nonostante tutto e’ orgoglioso della sua scelta, afferma di amare talmente tanto la cultura orientale e i coreani al punto di desiderare di essere uguale a loro.
Sembra una contrapposizione, perche molti orientali rifiutano la loro fisionomia per essere come gli occidentali e credono che sottoponendosi a interventi chirurgici assumendo tratti europei possano trovare più accesso nel mercato del lavoro.
Ultimamente sui social network stanno insorgendo critiche sulla decisione del ragazzo di cambiare aspetto, moltissimi definiscono la sua scelta una follia ma il giovane venticinquenne non si fa influenzare perche ritiene giusta la sua decisione continuando a credere nelle sue scelte.
Cari lettori pensate sia un gesto folle o siete pienamente concordi con la sua scelta?

Loading...
Potrebbero interessarti anche