Bertolaso positivo al coronavirus: seguirò i lavori dell’ospedale Fiera

Bertolaso seguirà i lavori dell'ospedale

Photocredit: https://www.flickr.com/photos/roberto_ferrari/1463254589/

Guido Bertolaso, l’ex capo della Protezione Civile, ha dichiarato di essere positivo al Coronavirus. Resterà a casa, ma seguirà i lavori per l’ospedale di Milano.

Bertolaso: la sua dichiarazione

Guido Bertolaso ha reso noto il fatto di aver fatto il test contro il Coronavirus, purtroppo, l’esito ripetuto più volte, è stato quello di essere positivo. Ecco cosa ha scritto su Facebook. “Sono positivo al Covid-19. Quando ho accettato questo incarico sapevo quali fossero i rischi a cui andavo incontro, ma non potevo non rispondere alla chiamata per il mio Paese. Ho qualche linea di febbre, nessun altro sintomo al momento. Sia io che i miei collaboratori più stretti siamo in isolamento e rispetteremo il periodo di quarantena. Continuerò a seguire i lavori dell’ospedale Fiera e coordinerò i lavori nelle Marche. Vincerò anche questa battaglia». Ha comunque precisato che anche il suo staff è tutto in quarantena, per seguire gli esiti.

I lavori per l’ospedale di Milano

Guido Bertolaso, 70 anni è un uomo ligio al dovere, è stato capo della Protezione Civile dal 2001 al 2010. Da circa dieci giorni è rientrato in Italia, da Johannesburg (Sudafrica). E’ stato incaaricato dal governo, come consulente del Presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana per la realizzazione di un ospedale d’emergenza alla Fiera di Milano, opera che prevede di trasformare un padiglione della struttura della Fiera, in un ospedale per i contaggiati da Coronavirus. La consegna del nuovo progetto di Bertolaso e del suo team dovrebbe essere prevista per fine mese. L’instancabile Bertolaso continuerà da casa a seguire ogni singola fase della realizzazione dell’ospedale.

Bertolaso: il commento di Fontana

Il post di Bertolaso ha riscosso molta solidarietà, ma non solo dal mondo politico, dai suoi collaboratori, ma proprio da tutta la popolazione. Attilio Fontana, il Presidende della regione Lombardia, così commenta la notizia. “Io non torno in quarante, non ho avuto nessun contatto stretto, l’ho visto solo domenica alla Fiera e siamo stati vicini per neanche due minuti. Bertolaso si è messo in isolamento ma ha espresso la volontà con la sua solita forza e determinazione di continuare a lavorare da remoto, lui è al nostro fianco – ha seguito a dire il governatore. “Cerchiamo di capire se questa sua volontà sia realizzabile o se deve essere sostituito, nel caso è chiaro c’è un rischio di rallentamento”. “Sta bene, non è che stia benissimo”, ha concluso Fontana. In attesa, che arrivi un farmaco per combattere il Coronavirus, noi di Quotidianpost, auguriamo una pronta guarigione a Guido Bertolaso.