Blinken: “Russia non evochi nucleare”

Intanto il Giappone ha programmato nuove sanzioni alla Russia

L’amministrazione di Washington ha chiesto alla Russia di fermare non evocare le armi nucleari, lo ha affermato il segretario di Stato americano Antony Blinken in un’intervista a CBS News.

Siamo stati molto chiari con i russi sia pubblicamente, che privatamente, per fermare le dichiarazioni sulle armi nucleari“, ha osservato.

- Advertisement -

Alla domanda se gli Stati Uniti fossero stati in contatto con il Cremlino in merito alle minacce di una guerra nucleare, Blinken ha risposto affermativamente. “È molto importante che Mosca ci ascolti e sappia da noi che le conseguenze sarebbero orribili. E lo abbiamo chiarito“, ha aggiunto il massimo diplomatico statunitense.

Il tema sanzioni intanto non smette di tenere banco a livello internazionale. Anche il Giappone, un paese tendenzialmente in buoni rapporti con Mosca, ha programmato nuove sanzioni economiche ai vicini russi.

- Advertisement -

Il Giappone ha infatti approvato un nuovo pacchetto di sanzioni alla Russia per la situazione in Ucraina, vietando l’esportazione di componenti chimici, lo ha annunciato lunedì il ministero giapponese dell’Economia, del commercio e dell’industria.

Le organizzazioni recentemente bandite includono le seguenti società: la compagnia Moselektronproyekt, l’associazione di ricerca e produzione Etalon, la società RKK Energija, l’Istituto Alikhanov per la fisica teorica e sperimentale e il Centro nazionale di ricerca Kurchatov.