Bonus bebè 2021: a quanto ammonta e chi può chiederlo?

L'assegno di natalità , come precisato sul sito dell'INPS, è un assegno mensile destinato alle famiglie per ogni figlio nato, adottato o in affido preadottivo

L’assegno di natalità, come precisato sul sito dell’INPS, è un assegno mensile destinato alle famiglie per ogni figlio nato, adottato o in affido preadottivo. 

Si tratta di un assegno annuale ed è corrisposto ogni mese fino al compimento del primo anno di età (o del primo anno di ingresso nel nucleo familiare a seguito di adozione o affidamento preadottivo). La prestazione è stata rimodulata con nuove soglie di  ISEE e può spettare, in applicazione del principio dell’accesso universale, nei limiti di un importo minimo, anche per Isee superiori alla soglia di 40.000 euro o anche in assenza dell’indicatore Isee.

- Advertisement -

L’assegno spetta dal primo mese di nascita (o ingresso in famiglia in caso di adozione). La domanda deve esser presentata entro 90 giorni dalla nascita o dall’ingresso in famiglia. Se la domanda, in ogni caso, è presentata oltre i 90 giorni, l’assegno decorre dal mese di presentazione della domanda (con perdita dunque delle mensilità precedenti).

Per i figli nati o adottati dal 1° Gennaio 2021 al 31 Dicembre 2021, gli importi del bonus bebè 2021 sono:

- Advertisement -

Se il reddito complessivo è basso, a quel punto solo con la certificazione ISEE si potrebbe ottenere un assegno fino a 160 euro, ma solo con un reddito pari o inferiore a 7mila euro, oppure fino a 120 euro mensili se si tratta di un reddito compreso tra 7.001 e 40 mila euro. 80 euro al mese per i nuclei familiari con Isee superiore a 40.000.

Francesca Angelica Ereddia
Francesca Angelica Ereddia
Classe 1990, Laureata in Giurisprudenza, siciliana, una passione per la scrittura, la musica e l'arte. Per aspera ad astra, dicevano. Io, nel frattempo, continuo a guardare le stelle.