Campania, maltempo per una settimana: allagamenti e scuole chiuse

Pioggia e freddo in tutta la Regione. Il bilancio dei primi giorni di cattivo tempo.

Pioggia e freddo per una settimana con un piccolo ‘break’ solo nella giornata di domani. Clima da inizio inverno con temperature di qualche grado al di sotto della media stagionale in tutta Italia. Domani il vortice si allontanerà verso i Balcani, ma un’altra perturbazione dalla Francia porterà una nuova fase temporalesca a partire da giovedì, soprattutto nelle regioni tiranniche e all’ estremo sud. Molti i disagi per i cittadini che hanno dovuto ricorrere all’ aiuto dei Vigili del Fuoco. Allerta arancione in Campania.

Maltempo in Campania

La Protezione Civile della Regione Campania ha diramato un’allerta meteo con criticità idrogeologica di colore arancione sull’ intero territorio regionale e ha raccomandato alle autorità competenti di porre in essere tutte le misure atte a prevenire e contrastare i fenomeni, anche in ottemperanza dei rispettivi piani comunali.

Napoli

Numerosi disagi nel capoluogo campano per i trasporti e i dissesti idrogeologici. Ieri si è allagata la stazione metro “Municipio” che dalle 8 non ha effettuato fermate per problemi di infiltrazioni d’acqua, cosa che ha fatto scattare anche il sistema anti incendio e gli impianti per il blocco degli ascensori e delle scale mobili. In provincia, invece, frane a Vico Equense e smottamenti a Castellammare di Stabia.

Loading...

Traffico ferroviario rallentato: il maltempo ha causato guasti a sistemi di gestione della circolazione di treni. In particolare, sulla linea Av Napoli-Salerno si sono registrati fino a 30 minuti di ritardo per inconvenienti tecnici nel Salernitano. Anche altre tratte di collegamento sono state bloccate e rallentate fino ad arrivare a ritardi di un’ora e mezza.

A Gragnano, nella notte scorsa, una doppia colata di fango ha attraversato le strade per oltre 2 chilometri: due ponticelli del torrente Vernotico si sono otturati facendo esondare il corso d’acqua nelle strade.

Salerno

Nel Salernitano detriti e fango hanno creato notevoli disagi. A Nocera Inferiore abitanti bloccati e scuole chiuse ieri e oggi. Il sindaco, Manlio Torquato, ha prorogato l’ordinanza per la nuova allerta meteo della Protezione civile. Istituti scolastici di ogni ordine e grado chiusi anche a Pagani e Cava de’ Tirreni.

Situazione particolarmente grave ad Angri sommersa dal fango: a scopo precauzionale il sindaco, Cosimo Ferraioli, ha disposto la chiusura di tutte le scuole e ha invitato i cittadini a non uscire di casa fin quando le strade non saranno ripulite dai materiali. In queste ore si stanno liberando le strade da fango e detriti con macchine escavatrici, agenti della polizia locale, guardie ambientali e Protezione Civile.

Ingenti danni, poi, a Castel San Giorgio, nella frazione Fimiani, per esondazione del Solofrana. Le acque hanno invaso i terreni circostanti rendendo necessario un rapido intervento di Protezione Civile Comunale, Carabinieri e Vigili del Fuoco. La macchina dei soccorsi ha funzionato in tempi rapidissimi, mettendo in sicurezza i residenti della zona. Le avverse condizioni meteo hanno indotto, anche qui, il sindaco Paola Lanzara a emanare un’ordinanza di chiusura delle scuole cittadine. Stimati in centinaia di migliaia di euro i danni alle colture e alle abitazioni interessate da allagamenti e fango. Già avviato l’iter per i lavori di ripristino degli argini rotti dal Solofrana.

Caserta

Anche Caserta in tilt per il maltempo, tra sottopassi allagati, auto in panne nell’ acqua, lunghe code per entrare in città e garage allagati. Perfino l’ospedale si è ritrovato senza corrente e con infiltrazione d’acqua nei reparti ai piani bassi. Una vera e propria bomba d’acqua ha allagato tutte le strade cittadine e le auto in sosta con finestrini chiusi, mandando in tilt il sistema fognario.

Avellino

Nell’ Avellinese è franato il monte Salto a Montoro. Si tratta di un’area continuamente invasa da detriti anche dopo brevi piogge e, poiché è stata colpita da incendi boschivi d’estate, è ora a grave rischio di dissesto. I Vigili del Fuoco stanno provvedendo alla rimozione dei detriti con ruspe. Anche Avellino è stata invasa da diversi allagamenti, soprattutto nella parte bassa della città, dove diversi esercizi commerciali sono stati invasi da acqua e fango.

Benevento

Il maltempo colpisce anche Benevento come il resto della Regione. Fortunatamente la conta dei danni è meno pesante che altrove. Telese Terme e Amorosi i centri più colpiti dall’acqua che, per tutta la serata di domenica e fino all’ alba di lunedì, ha colpito con veemenza tutta la provincia. Strade e piazze completamente allagate, cantine e scantinati sommersi dal fango. I cittadini sono al lavoro per tentare di liberare stanze e cortili dalla melma.