Cina, modella e calciatrice colombiana rischia la pena di morte per traffico di stupefacenti

Cina

La ragazza è famosa in Colombia anche perché fa parte delle “Divas del fotbol”, una squadra di 35 calciatrici che con le sue partite si occupa di raccogliere fondi per iniziative benefiche. E’ stata fermata il 18 luglio all’aereoporto internazionale di Canton, la più grande città costiera nel sud della Cina, ed ora si trova in carcere. Ai  familiari aveva detto che intendeva recarsi nel Paese orientale per acquistare borse, occhiali ed altri articoli per rivenderla a prezzo più vantaggioso in Colombia. Le autorità colombiane si sono subito messe in contatto con quelle cinesi per cercare di risolvere la situazione e strappare Juliana dalle mani del boia.

 

Loading...

 

Dopo la maturità classica, mi sono laureata all'Università Cattolica del Sacro Cuore a Milano in Scienze dell'Educazione, con una tesi in Pedagogia Interculturale dal titolo "Donna e Islam: la questione del velo". Scrivo per diverse testate on-line come "Al-Maghrebiya", "Ebraismo e dintorni", il blog del "Legno Storto" su argomenti riguardanti il mondo arabo e islamico, soprattutto per quanto riguarda la condizione della donna, il Medio Oriente, Esteri, immigrazione e integrazione. Ho scritto due racconti: "Dopo la notte" (Il Filo, 2009) e "Soltanto una donna" (Albatros - Il Filo, 2011).
Potrebbero interessarti anche