Cosa contengono realmente i cosmetici che utilizziamo?

Il termine INCI è l’acronimo di International Nomenclature of Cosmetics Ingredients. In italiano, possiamo dunque dire che è l’elenco degli ingredienti presenti nei cosmetici, obbligatorio dal 1997.
Queste liste di nomi spesso lunghissimi vengono spesso sottovalutate dai consumatori, che ne ignorano la fonte di informazione che possiamo in realtà prendere da essi.
Basta un pò di pratica con la lettura e tanta pazienza per capire facilmente quali sono le cose realmente utili per la nostra salute e cosa invece, è meglio evitare.
Vediamo insieme i principali componenti dell’inci da evitare.

PETROLATI: derivano dal petrolio, inquinanti, cancerogeni, comedogeni, irritanti, non dermocompatibili.

Mineral oil
Petrolatum
Paraffinum liquidum
Cera microcristallina
Vaselina
Paraffina
Microcrystalline Wax

Loading...

SILICONI:   sintetici, non dermocompatibili, usati perchè costano poco.

(-one; -thicone; -xiloxane; -silanoil)

Dimethicone
Cyclomethicone
Ciclopentasiloxane

CONSERVANTI (CESSORI DI FORMALDEIDE: sostanza tossica):

Imidazolidinyl urea
Diazolidinyl urea
Methylchloroisothiazolinone
Methylisothiazolinone
FormaldheydeDMDM hydantoin
Benzylhemiformal, 2-bromo, 2-nitropropane
1,3-diol, 5-bromo, 5-nitro, 1,3-dioxane
methyldibromo glutaronitrile
(e suffisso -nitro di qualsiasi tipo)
sodium hydroxymethylglycinate

ALTRI:

Monoethanolamine (MEA) (es: Cocamide Mea) (agenti schiumogeni aggressivi!) Triethanolamine (TEA) (es: Cocamide Tea) (agenti schiumogeni aggressivi!) Diethanolamine (DEA) (es: Cocamide Dea) (agenti schiumogeni aggressivi!)
SLS – Sodium Lauryl Sulfate

oppure

Amonium Lauryl Sulfate (biodegradabile ma irritante -Attenzione! Non SLES, che invece si accetta se ben tamponato).
PEG – Polietilenglicole
PPG ( emulsionanti di derivazione petrolchimica, seguiti da un numero che solitamente più è alto più è di derivazione chimica).
Triclosan: Disinfettante tossico, circola anche nel latte materno.
5-cloro-2-(2,4-diclorofenossi) fenolo
BHA – butilidrossianisolo – E320 Antiossidante non biodegradabile.
BHT – butilidrossitoluene – E321 – Antiossidante non biodegradabile.

E’ importante per noi, per la nostra salute, per quella del pianeta (trattandosi spesso di sostanze fortemente irritanti), e dei nostri bambini e futuri consumatori, abituarci a leggere anche quello che ci sembra più complicato e lontano da noi, perchè è in realtà l’arma più importante che ci fornisce la legge per difenderci da quello che dovremmo tutti evitare.

Laura Bindi