Continua il caos immigrazione in Grecia

immigrati-kos-stadio-polizia-704x400

In Grecia è sempre più caos immigrazione: le frontiere dei Paesi confinanti come la ex Repubblica jugoslava di Macedonia e di molti altri Stati dell’est Europa continuano ad essere chiuse e la pressione della marea umana di rifugiati che vogliono andare nei Paesi più ricchi del centro e del nord del nostro continente è ormai insostenibile.

Il governo di Atene non sa più come dare una prima ospitalità a tutti coloro che si riversano sul suo territorio per fuggire da guerre e povertà perché i centri di prima accoglienza sono ormai al collasso e sovraffollati e molti sono stati ospitati in tendopoli e palazzetti dello sport in condizioni precarie.

Loading...

La maggior parte di coloro che giungono in Grecia con la speranza di una vita migliore rimane bloccata alle frontiere senza alcuna possibilità di potere un giorno andare in Germania e in Svezia; la trafila burocratica è lunga e alla fine i migranti si trovano ad essere ammassati in centri o tendopoli in condizioni igieniche disastrose e con la consapevolezza che tutti i sogni di una nuova vita più dignitosa rimarranno tali.

Anche l’approvvigionamento dei beni di prima necessità come cibo e medicinali è sempre più difficile e nei campi di accoglienza manca davvero tutto; secondo l’organizzazione umanitaria Save the Children ci sarebbero anche più di 2000 bambini bloccati in Grecia senza alcuna possibilità di ricevere un’istruzione adeguata e quindi di costruirsi un futuro.

Il governo ellenico ha protestato vivamente con le istituzioni austriache per la loro decisione di chiudere le frontiere,  ma a Vienna si sono dimostrati irremovibili e hanno spiegato di non potere accogliere altri rifugiati.

Secondo i calcoli delle autorità greche,  se la situazione rimarrà immutata, entro la fine di marzo saranno oltre 70000 i rifugiati bloccati entro i confini greci e la situazione non potrà che peggiorare.

 

 

 

Sono una ragazza di trenta anni con Laurea triennale in Studi Internazionali e Laurea magistrale in Scienze del governo e dell'amministrazione; ho anche frequentato un Master e vari corsi post laurea. Conosco oltre all'italiano, inglese e francese e il tedesco a livello base. Le mie passioni sono leggere, scrivere di attualità, ambiente e animali e viaggiare per scoprire sempre posti nuovi. Oltre che per Quotidian Post scrivo anche per Prima Pagina on line, Notiziario Estero e Report Difesa. Ho anche un blog personale http://valeryworldblog.com