Coppia di fratellastri uccidono i genitori e mangiano i corpi

morte-genitori

Quando la mente umana vacilla …. Due fratellastri argentini Leandro Acosta, di 25 anni, e Karen Klein, di 22 hanno ucciso i genitori, ne hanno bruciato i corpi e fatto a pezzi i cadaveri. Ad agire a Pilar, in Argentina, è stata una coppia di fratellastri amanti da alcuni anni. Le vittime avevano anche altri due figli gemelli di 11 anni. Sembra che il ragazzo, dopo l’omicidio, abbia mangiato parti del cadavere del patrigno, compiendo atti di necrofilia.

Il fratello minore della coppia ha allertato la polizia, dopo che gli era stato impedito di entrare nell’abitazione. Le forze dell’ordine si sono recati nella casa della coppia scoprendo la terribile tragedia, i resti brutalizzati dei corpi di Miryam Kowalczuk, 50 anni, e Ricardo Klein, 54.

Loading...

I due fratellastri argentini hanno confessato senza pentimento, di aver ucciso i genitori e di averne bruciato i corpi.

Il crimine raccapricciante è stato scoperto solo quando la polizia ha trovato parte dell’osso pelvico della madre Miryam Kowalczuk in un secchio della loro casa a Pilar, alla periferia della capitale Buenos Aires.

genitori-uccisi

I fatti dell’accaduto:

Secondo karen Klein, la coppia ha effettuato i brutali omicidi, mentre i loro fratelli di 11 anni erano a scuola. Lei sostiene che Acosta abbia sparato a suo padre mentre lui dormiva e poi abbia sparato a sua madre in testa mentre camminava dinnanzi la porta. Hanno poi riferito, di aver tagliato i corpi e di averli dato in pasto ai 6 cani, mentre hanno bruciato le altri parti che non erano state date ai loro animali domestici.

Secondo quanto riportano i media locali, la giovane Karen Klein ha accusato il suo fratellastro di essere stata obbligata a ripulire il luogo del delitto, perchè minacciata di essere uccisa. Ma un’altra inquietante ipotesi spunta nella scena del crimine, i giovani assassini avrebbero ucciso i genitori per salvare i figli più piccoli dagli abusi del padre. Fin da quando aveva 11 anni, infatti, Leandro era stato costretto a subire abusi sessuali che gli avevano procurato gravi problemi psicologici.

L’avvocato di difesa di Acosta, Monica Chirivin ha detto: ”Non sente il rimorso e descrive uno stato di sollievo per un peso che aveva fin dall’infanzia. ”Mi ha detto che ha mangiato un po’ del cadavere del patrigno. Per lui era quasi un piacere ”. Acosta ha una malattia cronica intestinale e dovrà utilizzare un sacchetto di colostomia per tutta la vita. Egli sostiene che questo è uno dei tanti motivi per cui è stato maltrattato durante la sua infanzia da sua madre e il patrigno.

Potrebbero interessarti anche