Coppia tiene prigionieri 13 figli in catene e senza cibo, arrestati

La figlia è riuscita a scappare e a chiamare la polizia

In California è stata scoperta una casa degli orrori dove una coppia David Allen Turpin, 57 anni e Louise Anna Turpin, 49, marito e moglie, hanno tenuto per anni in ostaggio i loro tredici figli di età  compresa dai 2 e i  29 anni.

A dare l’allarme la figlia 17enne

Erano tenuti in condizioni pessime, malnutriti senza acqua nè cibo legati a letto con catene e lucchetti, in una stanza buia e sporca. A dare l’allarme è stata la figlia 17enne della coppia che è riuscita a scappare e a chiamare la polizia. Grazie alla ragazza l’inferno è finito.  Le vittime erano cosi mal ridotte che la polizia non è stata in grado di capire subito che molti di loro erano maggiorenni, per via delle loro condizioni dimostravano meno della loro età. La stessa ragazzina dimostrava all’incirca 10 anni.

La 17enne ha raccontato alla polizia che lei e i suoi fratelli erano tenuti segregati nella loro casa medio-borghese a Perris una piccola città a 110 km a sud-est di Los Angeles. I genitori accusati di torture e maltrattamenti non hanno fornito alcuna spiegazione sul perchè tenessero i figli in quelle condizioni, ha riferito la polizia sconvolta per aver scoperto che sette di loro erano maggiorenni di età tra i 18 anni e i 29 anni. Sono stati immediatamente ricoverati in ospedale.

Loading...

Negli anni precedenti ai figli era consentito uscire fuori dalla propria casa, su un pagina Facebook della famiglia si trovano fotografie in cui si vedono genitori e figli andare in diverse occasioni ad esempio in un matrimonio o altre cerimonie. La polizia ha arrestato la coppia e  aperto un’inchiesta per tortura,  fissato una cauzione di 9 milioni di dollari.

Avevano aperto una scuola privata

Il marito David Turpin risulta essere il responsabile della Sandcastle Day School cioè una scuola gestita direttamente dai coniugi Turpin e che si trova all’indirizzo della casa dove sono stati trovati prigionieri i ragazzi. La scuola ha aperto il 21 marzo del 2011 ed è un istituto privato adatto a  bambini e ragazzi di età tra i 6 e i 18 anni. Inoltre la scuola risulta essere ancora attiva.

La coppia si era trasferita dal Texas in California da diversi anni ed è proprietaria della casa dove sono stati trovati i figli prigionieri. Inoltre i Turpin avevano dichiarato bancarotta nel 2011 anche se risulta dai documenti che il signor Turpin aveva uno stipendio molto alto, circa 140mila dollari all’anno come ingegnere alla Northrop Grumman fino al 2010.  L’avvocato Ivan Trahan che si occupò del caso scioccato dalla notizia e dell’arresto dei suoi  ex clienti, ha affermato che a causa dei molti figli, le spese superavano le entrate,  e che i loro clienti erano persone del tutto normali con qualche difficoltà economica.  La notizia ha scioccato anche i genitori di Turpin che vivono in West Virginia, intervistati dalla tv Abcnews che pur non avendo visto i familiari  da quattro-cinque anni, hanno detto che sapevano che i loro nipoti studiavano a casa con il sistema dell’home school.

La vicina Jamelia Adams ha affermato  “Io sono davvero triste mi si spezza il cuore,  qui c’è un bel quartiere, non ho mai pensato potessero accadere cose del genere”.

 

Potrebbero interessarti anche