Covid, gli scenari per il prossimo autunno. Cosa dice Bassetti?

Bassetti: "Se a non vaccinarsi rimarrà solo il 20% della popolazione, che sarà una popolazione certamente giovane e sana, nessun problema. Il problema sorge se arriveremo a settembre con ancora il 30% della popolazione scoperta, tra cui vi saranno anche soggetti fragili e anziani che potrebbero morire"

Il bollettino giornaliero di ieri conta oltre 3000 casi, e a spaventare, adesso, è la variante Delta.

Bassetti ha affermato che: “Se continuiamo con questi numeri, arriveremo ad avere almeno tra i 50mila ed i 75mila contagi la settimana tendente ai centomila“, tuttavia, considerata l’efficacia dei vaccini (che si attesta comunque intorno all’88% per quelli a mRna e al 70% per quelli a vettore virale, è pur vero che anche se i contagi saranno alti, “non porteranno, probabilmente, ad un aumento significativo delle ospedalizzazioni ma, a quel punto, speriamo di avere almeno l’80% della popolazione vaccinata”.

- Advertisement -

Secondo Bassetti, se si arriva all’80% della popolazione vaccinata non vi saranno problemi, dato che il restante 20% saranno persone sane. Ma c’è un problema: se anzichè il 20%, quella popolazione sarà il 30%, tra loro ci saranno sicuramente soggetti anziani o fragili, il che può essere pericoloso: “Saranno dolori: tra quei 100mila contagi qualcuno riguarderà anche chi finirà in ospedale e morirà, è qualcosa che non possiamo permetterci. Non ci stiamo rendendo conto che scherziamo con il fuoco: oggi, non vaccinarsi è da scemi e da pazzi. La gente non capisce quanto stia rischiando”, ammonisce l’esperto.

Francesca Angelica Ereddia
Francesca Angelica Ereddia
Classe 1990, Laureata in Giurisprudenza, siciliana, una passione per la scrittura, la musica e l'arte. Per aspera ad astra, dicevano. Io, nel frattempo, continuo a guardare le stelle.