Crisi alimentare, Mishustin: “Occidente responsabile della situazione attuale”

Dure le parole del primo ministro russo contro l'Occidente

L’Occidente guidato dagli Stati Uniti sta cercando di attribuire la colpa della crisi alimentare globale a Mosca, ma l’establishment occidentale è ben consapevole del fatto di essere in gran parte colpevole dell’attuale pantano. Lo ha affermato venerdì il primo ministro russo Mikhail Mishustin.

I paesi occidentali stanno cercando di incolpare il nostro paese per la crisi alimentare globale, ben consapevoli del fatto che la situazione odierna è una diretta conseguenza delle loro azioni“, ha affermato in una riunione allargata del Consiglio intergovernativo eurasiatico.

- Advertisement -

Le sanzioni illegittime contro la Russia hanno aggravato le tendenze negative a livello mondiale poiché le istituzioni finanziarie [istituzioni] internazionali, le società di logistica e le banche hanno smesso di fornire prestiti, assicurazioni e accordi di assistenza sulla vendita di prodotti alimentari alla Russia; mentre i terminal portuali all’estero sono stati bloccati, ha dichiarato il primo ministro.

Sia la Russia che gli altri membri dell’associazione contribuiscono molto alla risoluzione dei problemi di sicurezza alimentare e agiscono in modo molto responsabile, ha affermato. “Esorto i colleghi a mantenere questa rotta e a fare tutto il necessario per sviluppare l’agricoltura e difendere gli interessi dei [nostri] produttori“, ha concluso il primo ministro durante un colloquio con i membri del Consiglio intergovernativo euroasiatico.