“Dancing man” è diventato un caso sul web

DANCINGMAN1-kG8B-U4307060306992kFG-1224x916@Corriere-Web-Sezioni-593x443

Il web si mobilita per l’uomo preso in giro perché sovrappeso, umiliato dai bulli su Twitter perché grasso.

Su internet sono state postate due foto che riprendevano un uomo, adiposo, mentre ballava e rideva in modo soddisfatto, incredulo di essere fotografato da un gruppo di ragazzi presenti in sala.
La vittima, prima felice e poi triste e umiliato, ha smesso di ballare perché la gente rideva di lui, diventando un caso sul web.

Loading...

La burla è stata condannata su Twitter da moltissime persone che hanno visto le foto, iniziando una vera caccia per identificare la vittima dello scherzo.

L’uomo è stato individuato attraverso l’hatag #FindDancingMan, sostenendolo con una raccolta fondi per organizzare una festa e riscattarlo del torto subito. «Non tutti su internet sono dei bulli». “Uomo che balla, non sappiamo molto di te, ma una foto su internet fa intendere che volevi ballare e che sei stato fatto sentire come se non avresti dovuto. Vogliamo vederti ballare liberamente e, se ce lo permetti, ci piacerebbe ballare con te. Se ce lo permetterai, siamo pronte ad organizzare una festa danzante solo per te. Per essere chiare, siamo 1.727. E siamo tutte donne. Se la cosa non ti attira, ci sta bene avere un ´No´ come risposta, ma vogliamo che tu sappia che l´offerta è qui. Possiamo avere questo ballo?” Messaggio scritto su un post e pubblicato su Twitter.

«Balla con me». Iniziativa sostenuta da molti vip, come l’attrice Susa Sarandon, Pharrell Williams e Moby, il quale si è offerto come Dj, gratuitamente, per il party, sostenendo che nessuno deve vergognarsi di ballare.

I fondi non utilizzati per la festa saranno donati ad una compagnia contro l’obesità, malattia che in America colpisce 78 milioni di adulti e 12 milioni di bambini.

Potrebbero interessarti anche