Dogmadrome: il graphic novel sui giochi di ruolo e il potere dell’immaginazione

Quattro amici, un gioco di ruolo e il potere dell’immaginazione: benvenuti nel Dogmadrome. Eris annuncia l’uscita dell’opera prima di Lorenzo Mò, Dogmadrome, uno degli esordi più attesi dell’anno.

Quattro amici, un gioco di ruolo e il potere dell’immaginazione: benvenuti nel Dogmadrome. Eris annuncia l’uscita dell’opera prima di Lorenzo Mò, Dogmadrome, uno degli esordi più attesi dell’anno.

Classe 1988, Lorenzo Mò è un promettente autore che ha già dato prova delle sue potenzialità con diverse piccole pubblicazioni tra cui la striscia Merendino recentemente apparsa sulla rivista Linus.

Dogmadrome è la corposa opera a cui Lorenzo ha lavorato pazientemente per più di due anni e mezzo

e con cui si presenta al grande pubblico. Nelle 208 pagine a colori del libro si ritrovano non solo la meticolosità di un autore  sinceramente innamorato del disegno e del fumetto, ma anche una gestione narrativa delle tavole che rivela un uso consapevole del mezzo.

Lorenzo Mò possiede una maturità stilistica davvero incredibile per un autore alla prese per la prima volta con una storia lunga. La sua ricerca espressiva, la sua spiccata
originalità del disegno e dello stile grafico non solo sono perfettamente coerenti ma costituiscono un unicum nell’attuale panorama fumettistico italiano.

Dopo che con La stanza profonda lo scrittore Vanni Santoni ha portato al grande pubblico l’immaginario dei giochi di ruolo, Lorenzo Mò fa entrare i lettori nel  cuore pulsante di questo mondo.

Dogmadrome nasce infatti dall’incredibile intuizione di ambientare la storia non in un mondo fantasy ma nel vero e proprio mondo della fantasia. Il lettore viene catapultato nella mente di quattro giovani  amici che stanno facendo un gioco di ruolo. Con un bravo master, un dado da venti e il potere della loro immaginazione possono essere ciò che vogliono e divertirsi insieme, affrontando un’avventura dopo l’altra, senza preoccuparsi che da questo impero della mente prima o poi dovrebbero uscire.

Dogmadrome è una dichiarazione d’amore per giochi di ruolo

come Dangerous & Dragon se i loro immaginari che hanno segnato più di una generazione, ma  è anche un’esplorazione del potere della mente con le sue ombre e le sue inquietudini.

Ciò che in Dogmadrome attira l’interesse di un pubblico eterogeneo è anche la capacità dell’autore di giocare con l’anticonvenzionale, di ribaltare gli immaginari  e di presentare al lettore quello che non si aspetterebbe mai. Lorenzo Mò infatti  non disegna scenari e characters design tipici del genere fantasy ma costruisce

un suo personalissimo immaginario, fresco e vivo, che nasce dalla commistione di diverse suggestioni assimilate dalla cultura e dall’iconografia pop e fumettistica: dal Topolino di Floyd Gottfriedson a Pinky di Massimo Mattioli, dai cartoni  animati della Warner a quelli di Hanna e Barbera, dall’animazione retrò della Nickelodeon ai fumetti di Jacovitti.

Pur contenendo un panorama così variegato di suggestioni il lavoro di Lorenzo Mò non ha debiti con nessuno: il suo universo creativo è davvero tra i più originali degli ultimi tempi.

Il suo esordio nel catalogo di Eris, che da anni sostiene i percorsi artistici di fumettisti emergenti, si accosta a quelli di altri autori/trici che hanno dato slancio e nuova linfa vitale al fumetto indipendente nostrano: Alice Socal, Adam Tempesta, Fabio Tonetto, Eleonora Antonioni, Davide Bart Salvemini, Hurricane.

Info

208 pagine – 17×24 cm
Colori – Brossurato
20,00 €
ISBN 9788898644384
Collana Kina Fumetto
In distribuzione dal 26 marzo 2019

Abstract
Per vivere un’avventura basta un bravo master, un dado da venti e la voglia  di perdersi in un mondo fantastico creato solo con il potere della mente. Quattro amici stanno giocando, e quando si è davvero concentrati tutto  quello che è fuori dal gioco di ruolo sparisce. Benvenuti nel Dogmadrome.

Biografia
Lorenzo Mò nasce in una calda notte d’estate del 1988. Inizia guardare i cartoni animati quando è ancora molto piccolo. Appena scopre che non potrà mai essere uno di loro decide di darci dentro con i fumetti e  creare dei personaggi tutti suoi. Ha collaborato con LÖKzine, Canemarcio, Lucha Libre, B Comics, Prismo, Sciame, Linus. Una delle cose che gli piace di più è fare lunghe passeggiate in campagna e immaginare storie lunghissime.

La collana
La collana Kina è un percorso di ricerca alll’interno del mondo del fumetto che si proprone di dar vita a opere fumettistiche dalla forte impronta autoriale, realizzate con una attenta e appassionata cura editoriale. Nel progetto trovano spazio sia opere di autori esteri che di italiani e esordienti.

Eris Edizioni

Eris nasce a Torino dal bisogno di un gruppo di amici di essere motore e ricettacolo di una cultura condivisa, slegata dal concetto industriale di libro solo come prodotto e mai come opera.

Una cultura condivisa libera di circolare: non ci accontentiamo degli slogan sui liberi saperi, vogliamo una cultura che viene da tutti e viene restituita a tutti tramite la voce di chi si sceglie autore e crea minuscoli tasselli che ci raccontano il mondo, appartenendo a questo.

Vogliamo dare corpo e distribuire opere, non probabili successi economici, senza basare le nostre scelte sull’importanza di un autore ma solo sulla bontà della sua opera, con un occhio di riguardo a chi è esordiente e che ha diritto di essere scelto per quello che fa e non per quanto in libreria potrebbe fruttare.

Giusto un appunto: una policy elementare, Eris in nessun modo, con nessuna sua opera vuole favorire o favorirà il razzismo o atteggiamenti xenofobi, Eris è antisessista, contro ogni discriminazione di genere, antifascista e contro qualsiasi regime totalitario che privi l’uomo dei suoi diritti fondamentali.

Enrico Ruocco
Figlio della GOLDRAKE generation, l’amore che avevo da bambino per il fumetto è stato prima stritolato dall’invasione degli ANIME, poi dall’avvento dei Blockbuster e annientato completamente dai giochi prima per PC e poi per CONSOLE. In seguito con l’arrivo del nuovo millennio, il tanto temuto millennium bug , ha fatto riaffiorare in me una passione sopita soprattutto grazie ad INTERNET. Era il 2000 quando finalmente in Italia internet diventava sempre più commerciale, ed io decisi di iniziare la mia avventura sul web creando il mio sito TUTTOCARTONI.Sito nato da una piccola ricerca fatta fra quello che “tirava” sul web e le mie passioni. Sappiamo bene cosa tira di più sul web … sinceramente non lo ritenni adatto a me, poi c’era lo sport, altra mia passione ma campo altamente minato. Infine c’erano i cartoon e i fumetti…beh qua mi sentivo preparato e soprattutto pensavo di trovare un mondo PACIFICO… Man mano che passava il tempo l’interesse si spostava sempre più verso il fumetto, ed oggi, nel 2017, guardandomi indietro e senza vantarmi troppo posso considerarmi un blogger affermato e conosciuto, uno dei padri degli eventi salernitani dedicati al mondo del fumetto ma soprattutto lettore di COMICS di ogni genere.
Potrebbero interessarti anche