Durante un’ipnosi il medico violenta la sua paziente

psicoanalisi

La violenza subita e’ accaduta nella città di Parma, il medico libanese Imad Karam ha violentato la sua paziente durante l’ipnosi. Era molto conosciuto a Parma per la sua competenza professionale, era stato adottato quando era piccolo da una famiglia parmigiana ed era un grande appassionato di ipnosi.
Nella sua vita aveva studiato medicina specializzandosi poi in ipnosi e psicoterapia, era un uomo di spiccata cultura, ha sempre partecipato a importanti convegni internazionali, nella sua carriera e’ stato segretario nazionale dell’associazione medica italiana per lo studio dell’ipnosi e fu anche vicepresidente della società italiana di ipnosi clinica.
Era un uomo sapiente nella sua disciplina anche se la stessa l’ha portato a commettere altre violenze sessuali; dunque la donna parmigiana che e’ stata violentata non e’ la prima.

Imad era stato già’ in precedenza denunciato per violenza sessuale sempre nell’ambito lavorativo.
Dalla prima violenza sessuale era stato assolto con una condanna di tre anni e quattro mesi con rito abbreviato. Egli non ha mai effettivamente trascorso neanche un giorno di carcere.
Con la pensione decise di andare in Libano finché’ la procura di Bologna non ha ordinato nuove indagini.
Il Libano e’ stato trovato a Beirut e condotto in Italia per rispondere alla condanna per violenza sessuale ai danni della paziente.
Le indagini stanno setacciando il sentiero del medico per scoprire se ci sono soggetti responsabili di favoreggiamento.

Potrebbero interessarti anche