È già ora di pensare alle vacanze: che ne dite di Maiorca?

Vacanze, luoghi incantati e caldi

maiorca cosa vedere

Vi sembrerà strano, forse, pensare alle vacanze estive nel mese di gennaio. Eppure, se ci riflettete un po’ su, cosa c’è di meglio, quando fuori fa freddo, piove e tira vento o addirittura nevica, di volare con la fantasia al mese di luglio o di agosto, immaginandoci in costume al mare a tuffarci?

Beh, il consiglio per le vostre prossime vacanze che state per leggere in queste righe, in effetti, va bene non solo per i tradizionali mesi estivi, ma anche per chi vuole (e può!) permettersi un breve anticipo di ferie magari a Pasqua o in primavera.

Vi parleremo infatti di un 3500 metri quadri di terra nel centro del Mediterraneo, scanditi da una vegetazione rigogliosa e all’insegna della biodiversità di flora e fauna, ma soprattutto da 300 giorni all’anno di sole, in cui la temperatura scende sotto i 15 gradi solo a gennaio e dove il vento rende piacevole il solleone di agosto e miti le mezze stagioni.

Volete saperne di più? Non avete che da continuare a leggere. Se volete un consiglio, però, cominciate in parallelo a verificare le disponibilità di automezzi sul sito di un noleggio auto a Maiorca, perché vi stiamo indirizzando proprio lì, nella Perla del Mediterraneo, la Isla del Sol, la più grande delle Isole Baleari.

Maiorca infatti è sinonimo di divertimento per tutti i gusti e tutte le età: spiagge incredibili, svago all’aria aperta grazie a trekking ed escursioni per boschi e montagne dell’entroterra, ristoranti gustosi e a buon mercato, botteghe artigianali per lo shopping, storici capoluoghi e pittoreschi villaggi, grotte mozzafiato e una vita notturna che, seppure non celebrata come quella della vicina Ibiza, regala comunque notti lunghissime e all’insegna di musica e svago. Ma guardiamo più da vicino cosa ci offre la maggiore isola dell’arcipelago delle Baleari.

Prima di tutto, le spiagge: ce ne sono a centinaia, alcune attrezzatissime e in città, per la precisione nella capitale Palma (S’Arenal, uno dei luoghi più turistici dell’isola), altre meno affollate e più selvagge, come ad esempio Formentor, in prossimità dell’omonimo Capo, dove si trova anche un suggestivo faro, amatissima da chi pratica surf, oppure Playa Es Trenc, considerata da turisti e locali la più spettacolare, e fornita di una zona più appartata riservata a chi ama praticare il naturismo.

Anche Cala Mesquida e Cala Torta, più piccole e meno facilmente raggiungibili, sono davvero luoghi d’incanto. Già, ma a proposito: come facciamo a raggiungere le spiagge di Maiorca se arriviamo in aereo? Nulla di più semplice: basta rivolgersi a uno dei servizi noleggio presenti sull’isola, come ad esempio Roig e a condizioni vantaggiosissime potrete avere un mezzo tutto vostro per muovervi per Maiorca.

Un’altra attrazione imperdibile sull’isola è proprio la capitale, Palma di Maiorca. Città antichissima, che porta in sé le tracce della dominazione romana, e poi di quelle araba e bizantina, presenta un impianto urbano davvero affascinante, fatto, nel centro storico, di stradine strette e vicoli costellate di tiendas, le botteghe degli artigiani paradiso dello shopping.

E poi le tre principali attrazioni: il Castello Bellver, a pianta circolare e in posizione rialzata appena fuori città, è un incredibile esempio di gotico architettonico applicato a costruzioni non sacre. In pieno centro e affacciati sul mare, invece, sono la Seu, la cattedrale di Santa Maria (anch’essa in stile gotico) e il Palazzo dell’Almudaina, che ospita i reali di Spagna quando vengono in visita alle Baleari.

Ma Maiorca è perfetta anche per chi ama le vacanze all’insegna del moto e dello sport: è possibile praticare surf, snorkeling e immersioni, ma anche fare escursioni, trekking e mountain bike nell’entroterra, soprattutto sulle alture della Serra de Tramuntana, un comprensorio che ospita anche l’altra incredibile attrazione di Maiorca, ovvero le Grotte.

In particolare, qui ci sono le Grotte del Drago, che ospitano al loro interno il piccolo Lago di Martell, un indimenticabile specchio d’acqua sotterraneo che vi farà sembrare di essere addirittura all’interno dell’inferno dantesco, e sulle cui sponde si tengono periodicamente, nella stagione turistica, concerti di musica classica. Altre grotte degne di una visita sono quelle di Artà, mentre, sempre nel comprensorio della Serra de Tramuntana si trova il Puig Major, la più alta montagna delle Baleari (1445m), anch’essa meta di escursioni e gite per chi ama immergersi nella natura, tra sconfinate distese di rosmarino selvatico e boschi che fanno parte di parchi naturali protetti per la loro biodiversità.

E gli amanti della movida? Possono stare tranquilli: anche se Maiorca non è Ibiza, anche la più grande delle Baleari regala notti lunghissime e sfrenate. Dopo tutto un club celebre come il Pacha si trova qui, e in generale le vie del capoluogo si animano por la noche, con tapas bar e club dove divertirsi e ballare fino all’alba, in puro stile spagnolo.

Insomma, come avete capito, Maiorca è un riuscitissimo mix di natura, relax, divertimento, storia: praticamente il paradiso delle vacanze. Se cercavate un’idea vincente per la prossima estate, crediamo proprio di avervi dato una bella dritta!

Potrebbero interessarti anche