E’ uscito il secondo e ultimo volume di JIMMY’S BASTARDS

Il secondo e ultimo volume di JIMMY’S BASTARDS, la serie di Garth Ennis e Russ Braun

Garth Ennis ha un vizio: quello di prendere un genere e ribaltarlo da cima a fondo. Ne prende i cliché e i punti di forza; ne individua i confini e il canone, e poi li rovescia – o li porta a compimento – come solo i grandi autori sanno fare.

JIMMY’S BASTARDS di Garth Ennis e Russ Braun: il secondo e ultimo volume è uscito  il 14 febbraio

Ed è esattamente quello che ha fatto con JIMMYS BASTARDS, la serie AfterShock pubblicata in Italia da saldaPress, uscito giovedì 14 febbraio il secondo volume, intitolato BASTARDO MOBILE (pagg. 120, euro 19.90).

La sceneggiatura di Ennis e i disegni di Russ Braun prendono la figura del colto e raffinato agente segreto del controspionaggio inglese creato da Ian Fleming, altrimenti noto col nome di 007, e lo fanno a pezzi.

O meglio, portano alle estreme conseguenze le sue doti e i suoi vizi – amore per le donne, alcol, lusso – intrappolandolo in un gioco perverso, demenziale, irresistibile e politicamente scorretto. Un gioco in cui Jimmy Regent – protagonista del fumetto, e vero e proprio alter ego di James Bond – si è trovato letteralmente imprigionato, come accaduto alla fine del primo arco narrativo, intitolato

UNA CASCATA DI BASTARDI.

E proprio a causa di quella trappola, orchestrata da centinaia di giovani uomini e donne molto simili a lui, ora Jimmy si trova in manicomio, abbracciato a un cucciolo di cane. Niente più strafottenza, invulnerabilità e charme: solo poche parole bisbigliate a un cucciolo sul pavimento di una cella di manicomio. L’unica a poterlo aiutare è Nancy, la collega che lo detesta con tutte le sue forze. E Nancy è anche l’unica a poter disinnescare gli effetti della ‘soluzione gender’, se Jimmy non dovesse riprendersi.

BASTARDO MOBILE chiude la parabola di JIMMYS BASTARDS 

con un’altra dose di cinismo, risate e azione. I marchi di fabbrica di Ennis. Appuntamento in libreria, in fumetteria e nello shop online saldapress.com da giovedì 14 febbraio.

Avatar
Figlio della GOLDRAKE generation, l’amore che avevo da bambino per il fumetto è stato prima stritolato dall’invasione degli ANIME, poi dall’avvento dei Blockbuster e annientato completamente dai giochi prima per PC e poi per CONSOLE. In seguito con l’arrivo del nuovo millennio, il tanto temuto millennium bug , ha fatto riaffiorare in me una passione sopita soprattutto grazie ad INTERNET. Era il 2000 quando finalmente in Italia internet diventava sempre più commerciale, ed io decisi di iniziare la mia avventura sul web creando il mio sito TUTTOCARTONI.Sito nato da una piccola ricerca fatta fra quello che “tirava” sul web e le mie passioni. Sappiamo bene cosa tira di più sul web … sinceramente non lo ritenni adatto a me, poi c’era lo sport, altra mia passione ma campo altamente minato. Infine c’erano i cartoon e i fumetti…beh qua mi sentivo preparato e soprattutto pensavo di trovare un mondo PACIFICO… Man mano che passava il tempo l’interesse si spostava sempre più verso il fumetto, ed oggi, nel 2017, guardandomi indietro e senza vantarmi troppo posso considerarmi un blogger affermato e conosciuto, uno dei padri degli eventi salernitani dedicati al mondo del fumetto ma soprattutto lettore di COMICS di ogni genere.
Potrebbero interessarti anche