Elezioni Brasile, Bolsonaro e Lula al ballottagio il prossimo 30 ottobre

Il presidente brasiliano in carica Jair Bolsonaro dovrà affrontare l’ex presidente Luiz Inacio Lula da Silva in un secondo turno delle elezioni presidenziali il 30 ottobre, secondo i dati della Corte elettorale superiore, basati sul conteggio di oltre il 97% dei voti. Oltre alla carica di presidente, le elezioni erano state indette per rinnovare un terzo del Senato.

Lula da Silva, leader del Partito dei Lavoratori, ha raccolto il 47,95% dei voti alle elezioni di domenica. Era sostenuto da più di 55 milioni di persone. Bolsonaro ha invece raccolto il 43,62% dei voti, ottenendo il sostegno di oltre 50 milioni di persone. Il numero totale degli elettori, secondo la corte elettorale, supera i 156 milioni di persone, di cui 32 milioni non si sono presentati al voto.

- Advertisement -

Le elezioni in Brasile sono obbligatorie per coloro i quali hanno raggiunto il diciottesimo anno di età. Oltre a Lula e Bolsonaro sono stati candidati altri esponenti politici come: Ciro Gomes (Partido Democrático Laborista), Simone Tebet (Movimiento Democrático Brasileño), Vera Lúcia Salgado (Partido Socialista de los Trabajadores Unificado), Luiz Felipe D’Avila (Nuevo), Soraya Thronicke (Unión Brasil), José María Eymael (Democracia Cristiana), Léo Péricles (Unidad Popular), Sofia Manzano (Partido Comunista Brasileño) e Roberto Jefferson (Partido Laborista Brasileño).