Esplosione in Ilva, operaio ustionato

La nota stampa in merito all'esplosione

Esplosione nel reparto acciaieria, operaio ustionato

Il comunicato stampa in merito all’esplosione verificatasi stamani, giovedì 11 gennaio, all’interno dello stabilimento Ilva di Taranto

Un incidente si è verificato questa mattina, giovedì 11 gennaio, all’interno dello stabilimento siderurgico del capoluogo ionico.

L’esplosione è avvenuta all’interno del reparto Gestione rottami ferrosi, ove il materiale incandescente, dopo essere entrato in contatto con l’acqua fredda, ha generato quanto appena riportato

Teatro dell’episodio la discarica del reparto Gestione rottami ferrosi (Grf). Proprio qui l’incidente, il quale sarebbe stato causato dalla reazione in paiola, grosso contenitore di scorie ferrose prodotte dall’acciaieria, dovuta al contatto tra il materiale incandescente proveniente dal suddetto reparto con l’acqua fredda, generando, di conseguenza, una esplosione.

Un operaio, Massimo Pugliese 42 anni di Ceglie Messapica, sarebbe rimasto ustionato a seguito della reazione dianzi menzionata.

Ecco quanto è stato riportato dall’agenzia Ansa in merito allo spiacevole incidente di oggi e le relative condizioni dell’operaio ustionato

Loading...

Secondo quanto riferisce l’agenzia Ansa “un operaio, che svolge le mansioni di capo turno ed era nella cabina da cui effettuava l’operazione di svuotamento, ha riportato – secondo fonti sindacali – ustioni superficiali al collo e alle mani ed è stato medicato nell’infermeria di stabilimento”.

“Criticità nella zona e nelle modalità di lavorazione”, questo è quanto riportato nella comunicazione di Fim, Fiom e Uilm inviata al direttore, al capo area e al capo reparto dell’area Acciaieria 

I rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza (Rls) di Fim, Fiom e Uilm “hanno inviato una comunicazione al direttore, al capo area e al capo reparto dell’area Acciaieria e, per conoscenza, al direttore di stabilimento, chiedendo di essere “convocati celermente” per conoscere le cause dell’incidente. Da sopralluogo da noi effettuato poco dopo l’evento – aggiungono – abbiamo riscontrato criticità nella zona e nelle modalità di lavorazione”.

Salute e sicurezza sul lavoro – E’ importante sapere che…

La gestione della salute e della sicurezza sul lavoro, comunemente anche detta sicurezza sul lavoro, riguarda l’insieme delle misure preventive e protettive da adottare al fine di gestire al meglio la salute, la sicurezza e, al contempo, il benessere dei lavoratori, in modo da evitare o ridurre al minimo possibile l’esposizione dei lavoratori ai rischi connessi all’attività lavorativa, riducendo o eliminando gli infortuni e le malattie professionali.

In base alle leggi e, dunque, alle norme più generali i datori di lavoro hanno il dovere (etico e morale) di prendersi ragionevolmente cura della sicurezza dei loro dipendenti. Normative specifiche di solito aggiungono poi altri doveri specifici e creano testi con il potere di regolare le varie problematiche di sicurezza: i dettagli variano da nazione a nazione.