In età avanzata si dorme di meno: perchè?

anziani sonno

Secondo recenti studi e esperimenti, e anche in base all’esperienza quotidiana, una persona di mezza età, in genere dai 60 anni in su, dorme molto meno rispetto a un ventenne. La spiegazione è da ritrovarsi nel consumo dei neuroni nel cervello. In pratica giunti a un’ età “da nonni” i neuroni che nel cervello consentono di staccarci dal mondo esterno e abbandonarci al sonno si consumano, provocando più ore di veglia rispetto a un bambino o a un giovane.

Questa indagine è stata anche confermata da alcuni esperimento secondo cui, applicati dei sensori a persone dai 65 anni in su, si è scoperto che le ore di “dormita” con il progressivo avanzare dell’età si riducono a poco a poco.

Loading...

In pratica un uomo o donna intorno alla settantina dormono circa un’ ora in meno rispetto ai nipotini. Dunque, come dice un detto antico, più si va avanti più aumentano i pensieri? La risposta potrebbe sembrare banale, anche se, in base agli esperimenti, e al consumo e uso dei neuroni, semplicisticamente sembra proprio di si!

Potrebbero interessarti anche