Etna in eruzione: intensa fase eruttiva di tipo stromboliano

Un intensa fase eruttiva dell'Etna, caratterizzata da attività stromboliana è stata registrata su uno dei crateri sommitali.

Etna in eruzione. Inphoto:Credit:@blitzquotidiano.it

Etna in eruzione

L’ Etna è nuovamente in eruzione. Un’altra  intensa fase eruttiva, caratterizzata da attività stromboliana è stata registrata su uno dei crateri sommitali.

Forti boati e fontane di lava, hanno prodotto l’emissione di una colata, concentrata nella zona alta e desertica del vulcano.

L’INGV segnala la “continua l’intermittente attività esplosiva al Nuovo Cratere di Sud-Est dell’Etna, niziata il 14 luglio 2019″.

I dati rilevati da INGV

Secondo i dati rilevati da Ingv,  molte esplosioni lanciano modeste quantità di materiale incandescente e tutte producono piccoli sbuffi di cenere. Non si nota alcuna tendenza chiara in questa attività, né in aumento né in diminuzione, e l’ampiezza del tremore vulcanico si attesta su livelli medi-bassi.

Al momento la nuova fase eruttiva sembra non aver creato problemi all’ attività dell’aeroporto internazionale Vincenzo Bellini di Catania, anche se appare evidente quanto l’attività del vulcano sia in una fase di stress.

Di Monica Ellini

 

Avatar
Scrivo articoli in diversi settori di notizie: cronaca, scienza,salute, ambiente, spazio e cosmo, storia, viaggi, arte e archeologia. Eclettica e dedita alla ricerca, lavoro per obbiettivi in modo determinato e organizzato. Esperta di comunicazione e pubbliche relazioni, cerco di trasmettere attraverso lo scritto, concetti chiave e significati. Adotto un informazione consapevole che interessi diverse fasce di pubblico.
Potrebbero interessarti anche