Falkland, stop di un giudice alle trivellazioni

8545121794_29f63c59e8_zLa questione delle Falkland continua a infiammare il dibattito politico argentino.

Tutto è nato da una giudice della Terra del Fuoco, Lilian Herraez, la quale ha ordinato a un gruppo di compagnie petrolifere operanti al largo delle isole Falkland, di interrompere le trivellazioni alla ricerca di pozzi petroliferi in acque territoriali argentine, disponendo un sequestro di circa 156 milioni di dollari e di altri assets di queste società.

Le compagnie sono, naturalmente, inglesi, ma anche americane e italiane. Nel 1982, l’Argentina dei generali intraprese una guerra contro la Gran Bretagna, a cui le isole Falkland appartengono, reclamando la sovranità sull’arcipelago: il conflitto durò appena settantaquattro giorni e costò mille vittime. La sconfitta argentina decretò la fine del regime dei militari, di Videla, Viola, Galtieri e Bignone, e il ritorno alla vita democratica.

Loading...

La mossa, tesa ad alimentare il nazionalismo in vista delle elezioni di ottobre, non è effettivamente applicabile in quanto nessuna delle società, a parte l’italiana Edison, ha asset in Argentina.

Stefano Malvicini

Potrebbero interessarti anche