Fermato per guida in stato d’ebbrezza, gli trovano la refurtiva nascosta nel sedere

Pensavano avesse soltanto bevuto un po’ troppo. Questo era passato per la mente dei poliziotti quando, intervenuti sul luogo dell’incidente, avevano trovato l’auto schiantata contro l’albero. L’agente Matthews ed il suo collega avevano immaginato fosse andata così. “Deve aver alzato un po’ troppo il gomito ed è finito fuori strada andando a cozzare contro l’albero“. L’incidente non era nemmeno tra i peggiori che i poliziotti avessero visto nella loro vita. Qualche contusione al volto e alcuni graffi. Niente di più. Eppure il giovane, tirato fuori dall’auto, lamentava forti dolori al basso ventre e al sedere. Pertanto decidono di chiamare l’ambulanza.

Trasportato all’ospedale, Martin Scheller Jr., appena diciannovenne, viene visitato dai medici che lo sottopongono a diversi esami e raggi X. E’ proprio dalle lastre che salta fuori ciò che nessuno poteva immaginare. Il ragazzo nascondeva nel retto droga ed oggetti sottratti dall’appartamento da cui stava scappando prima di finire contro l’albero. I medici hanno tirato fuori dal sedere di Martin:

marijuana sintetica avvolta in un sacchetto

cartine

4 braccialetti

4 collane

11 anelli

Le forze dell’ordine non potevano credere ai loro occhi. Dopo aver ricevuto notizie rassicuranti circa lo stato di salute del giovane, lo hanno ammanettato e condotto in questura.  L’agente Matthews ha dichiarato alla stampa: “è a dir poco insolito. Non è stato esattamente il primo pensiero che potesse nascondere tutta quella roba“. Per il ragazzo, infatti, prima dell’incredibile scoperta si pensava ad una denuncia per guida in stato d’ebbrezza.

Potrebbero interessarti anche