Finta bomba su un volo Air France

images

Un aereo della compagnia di bandiera francese Air France partito dalle Mauritius e diretto a Parigi è stato fatto atterrare in emergenza all’aeroporto di Mombasa per un allarme bomba. Sembra che un passeggero abbia trovato un pacco con un timer digitale e dei fili elettrici in una delle toilette del velivolo ed abbia dato subito l’allarme chiamando una hostess; da qui la decisione di atterrare in Kenya per mettere in sicurezza l’aereo e verificare cosa conteneva il pacco sospetto.

Le autorità aeroportuali del Kenya avevano subito comunicato sulla loro pagina di Facebook che un aereo Air France era atterrato a Mombasa con una bomba a bordo. I 459 passeggeri e i 14 membri dell’equipaggio sono stati fatti scendere con gli scivoli dell’aereo e portati in un albergo in attesa di ripartire per Parigi con un altro volo.

Loading...

Gli artificieri della Marina del Kenya hanno portato il presunto ordigno in una loro base per poterlo analizzare a fondo: alla fine si è scoperto che il pacco conteneva solamente un ordigno fittizio costituito da vari oggetti ripartiti in piccoli sacchetti, forse portato a bordo del velivolo da persone della stessa famiglia. L’inchiesta sta procedendo a ritmo serrato e sono stati interrogati 5 o forse 6 passeggeri che sarebbero in possesso di importanti informazioni, utili agli inquirenti. Non è ancora chiaro ma sembra che tra i sospettati ci siano due musulmani che si sono imbarcati alle Mauritius ed erano diretti a Parigi, non si sa con quale scopo.

Alcuni passeggeri hanno spiegato che il personale di volo non ha menzionato una possibile bomba a bordo per non scatenare il panico ma ha annunciato solo che l’aereo sarebbe atterrato a Mombasa per controlli tecnici; adesso tutti non vedono l’ora di potere finalmente tornare a casa.

La compagnia Air France ha mandato in Kenya alcuni dei suoi migliori esperti per aiutare gli inquirenti a chiarire come siano andate veramente le cose, ma  certo che dopo i fatti del 13 novembre a Parigi la psicosi attentati sta diventando sempre più forte. Il 18 novembre altri due aerei della Air France partiti dagli Stati Uniti e diretti sempre a Parigi erano stati fatti atterrare in emergenza per presunte bombe a bordo, ma anche in quei casi per fortuna gli allarmi si erano rivelati falsi.

 

Sono una ragazza di trenta anni con Laurea triennale in Studi Internazionali e Laurea magistrale in Scienze del governo e dell'amministrazione; ho anche frequentato un Master e vari corsi post laurea. Conosco oltre all'italiano, inglese e francese e il tedesco a livello base. Le mie passioni sono leggere, scrivere di attualità, ambiente e animali e viaggiare per scoprire sempre posti nuovi. Oltre che per Quotidian Post scrivo anche per Prima Pagina on line, Notiziario Estero e Report Difesa. Ho anche un blog personale http://valeryworldblog.com