Firenze: immigrato punta la pistola alla testa di un vigile e spara 4 colpi, vivo per miracolo

Poteva essere una tragedia

È successo ieri mattina a Firenze in via Marconi , un immigrato sudanese ha aggredito due vigili urbani. Dopo aver sfilato la pistola dalla fondina del militare ha cercato di ucciderlo.

La pattuglia dei vigili urbani, allertata da alcuni passanti, è arrivata sul posto, trovando l’immigrato sudanese di 18 anni, in stato evidente di alterazione.

Il ragazzo dopo aver rubato una bicicletta in un palazzo, si dirigeva per strada con manovre pericolose per la circolazione stradale.

Loading...

Quando i due militari sono giunti sul posto, l’immigrato senza fissa dimora si è lanciato contro l’auto della pattuglia.

I vigili scesi immediatamente, hanno cercato di calmare il ragazzo.

Ma l’uomo in pochi secondi è riuscito a sfilare la pistola dalla fondina, ad uno dei due militari.

Sono stati alcuni passanti ad allertare la guardia, che in un primo momento non si era accorto dell’accaduto.

È stata solo questione di un attimo, l’immigrato ha puntato l’arma alla testa del vigile ed ha schiacciato il grilletto, ma con destrezza il militare è riuscito a spostare il braccio e i colpi si sono diretti sull’asfalto.

Pochi attimi di secondi che hanno salvato la vita al  vigile.

I militari hanno poi, cercato di bloccare il sudanese, con l’intervento di un agente della DIA e di un altro immigrato di passaggio.

L’aggressore è stato portato in caserma per le procedure di riconoscimento, poiché sprovvisto di documenti. Dalle procedure di verifiche è emerso che era già stato arrestato ad Aprile per furto.

Attualmente è in carcere con l’accusa di tentato omicidio. Inoltre, l’aggressione è stata filmata da un passante, ora il video sarà inserito negli atti del processo.

L’assessore alla Sicurezza urbana e Polizia Municipale Federico Gianassi ha contattato i due agenti esprimendo “la solidarietà e il ringraziamento per il pronto intervento, che ha consentito di evitare danni gravissimi e di neutralizzare l’uomo“. 

Ma le polemiche non si placano nei confronti di queste ondate immigratorie non controllate negli anni,  che hanno portato un enorme aumento della delinguenza.
Il senatore della Lega Nord Roberto Calderoli ha affermato

«Un’altra strage in strada rischiata per colpa di un immigrato»

È intervenuto anche il capogruppo regionale di FdI Giovanni Donzelli, commentando l’accaduto

«Rimpatriare subito gli immigrati irregolari. Per lungo tempo siamo stati tacciati di razzismo chiedendo un freno all’illegalità: adesso che le scellerate politiche di immigrazione incontrollata stanno provocando le gravi conseguenze sulle quali più volte avevamo messo in guardia, non c’è più un minuto da aspettare. Queste persone devono essere espulse dall’Italia prima che queste situazioni si ripetano ancora: occorre fermare quella che sta diventando una pericolosa escalation di criminalità»

Potrebbero interessarti anche