Fumetti Di Cane: fumetti da cani per cani. Una nuova etichetta underground per i palati più duri

Facciamo fumetti da cani e per cani. Ma cani fedeli al genere umano più che alle persone. Fumetti per umani dal palato spesso, fumetti per umani dallo stomaco di piuma. Fumetti di sesso, di morte, di politica, di religione, di cose molto brutte e cose molto belle, di questo tempo. Un tempo da cani

Gianluca Caputo, già fondatore di “Fumetti Crudi”, collettivo indipendente oggi collana progressive/underground di Shockdom, e Stefano Antonucci, autore, tra gli altri, di Quando c’era LVI e Il Piccolo Fuhrer, dopo un anno e mezzo di lavori annunciano la nascita della loro etichetta di fumetti indipendente: Fumetti di Cane.

Perché fondare una etichetta indipendente?

I motivi sono molti. Pubblici e personali.
Leggiamo tanti progetti che, pur avendo una forza comunicativa, difficilmente trovano spazio nel panorama editoriale classico, che ha regole di produzione, formati, e tipologie di libri ben strutturate.

Vogliamo una etichetta che sia Underground e Pop allo stesso tempo.
Che riesca ad avere una distribuzione capillare, portando contenuti e libri particolari.

La linea editoriale si compone di quattro parole: sesso, religione, politica morte. Qualcuno riconoscerà l’insegnamento del buon Aristofane, faro e guida di tutta la produzione fumettistica (e non) di questa etichetta.

Gianluca Caputo, uno dei due fondatori, ci racconta il perché di questo nome:

“Inizialmente il nome scelto era solo Cane, ma il dominio cane.it non era libero. Volevo un nome semplice e che ricordasse agli uomini l’insegnamento di quello che è stato il pensatore, a mio avviso, più moderno della storia greca, Antistene, allievo di Socrate e fondatore della scuola cinica, che diceva cose del tipo ‘per vivere come un uomo bisogna imparare a farlo come un cane, non come un dio’. Questa citazione ovviamente me la sono inventata ma sono sicuro che lui sarebbe stato d’accordo! Insomma guardare un po’ meno agli dèi e più agli uomini ci dovrebbe ricordare che essere semplici siamo, pieni di problemi che crediamo di risolvere complicandoci la vita ergendosi a esseri ‘superiori’, delle divinità o figli della stessa.”

Continua Stefano Antonucci:

“Facciamo fumetti da cani e per cani. Ma cani fedeli al genere umano più che alle persone. Fumetti per umani dal palato spesso, fumetti per umani dallo stomaco di piuma. Fumetti di sesso, di morte, di politica, di religione, di cose molto brutte e cose molto belle,
di questo tempo.
Un tempo da cani.

Il piano editoriale di Fumetti di Cane prevede per questo Autunno 2019 ben quattro uscite (tra settembre e novembre) che possono essere preordinate già da adesso su www.fumettidicane.it
Potete seguirci sui nostri canali
Facebook: www.facebook.com/fumettidicane/
e Instagram: www.instagram.com/fumettidicane

 

Speravamo di esserci lasciati alle spalle questa triste pagina di storia ma, purtroppo, lo spettro del fascismo è sempre pronto a tornare. E infatti sta tornando. In questo libro vivremo le avventure di tre storici antifascisti: Pertini, Ninni e Saragat. Li vedremo in una chiave moderna, in un contesto attuale, ma sempre impegnate a fermare Mussolini.

160 pagine
16×23
€14,00

 

 

La storia del più grande influencer italiano, il Ruspa, e il suo esperto di comunicazione.

64 pagine
22×22
€10,00

 

 

 

Un suicidio finito male, sesso, psicofarmaci e rock&roll. Debutta l’etichetta Cane con l’opera prima di Giangioff

112 pagine
13×18
€10,00

 

 

 

 

Le primissime vignette targate FumEddy raccolte per la prima volta da Cane. Trattandosi di Fumeddy nessuna presentazione calza meglio. Anche una storia inedita!

144 pagine
16,5×16,5
€15,00

Anche con Variant Cover di Dado

Gianluca Caputo. 

Esordisce come sceneggiatore nel 1998 per vari editori italiani (Trentin, Nuova Frontiera, F2, Tagete) ma da sempre più interessato al dietro le quinte del fumetto. Fonda scuole, collettivi, riviste, collane e lavora da un ventennio con Shockdom come editor e tuttofare. Nel tempo libera insegna filosofia nelle scuole pubbliche italiane e non, scrive libri sull’argomento e ha una agenzia musicale a Bangkok. Nel tempo libero dorme.

Stefano Antonucci.

Grafico editoriale e autore satirico ha pubblicato fumetti insieme a Daniele Fabbri per Shockdom e Feltrinelli. Auspica la pace nel mondo pur non ambendo a nessun premio di bellezza.

Enrico Ruocco
Figlio della GOLDRAKE generation, l’amore che avevo da bambino per il fumetto è stato prima stritolato dall’invasione degli ANIME, poi dall’avvento dei Blockbuster e annientato completamente dai giochi prima per PC e poi per CONSOLE. In seguito con l’arrivo del nuovo millennio, il tanto temuto millennium bug , ha fatto riaffiorare in me una passione sopita soprattutto grazie ad INTERNET. Era il 2000 quando finalmente in Italia internet diventava sempre più commerciale, ed io decisi di iniziare la mia avventura sul web creando il mio sito TUTTOCARTONI.Sito nato da una piccola ricerca fatta fra quello che “tirava” sul web e le mie passioni. Sappiamo bene cosa tira di più sul web … sinceramente non lo ritenni adatto a me, poi c’era lo sport, altra mia passione ma campo altamente minato. Infine c’erano i cartoon e i fumetti…beh qua mi sentivo preparato e soprattutto pensavo di trovare un mondo PACIFICO… Man mano che passava il tempo l’interesse si spostava sempre più verso il fumetto, ed oggi, nel 2017, guardandomi indietro e senza vantarmi troppo posso considerarmi un blogger affermato e conosciuto, uno dei padri degli eventi salernitani dedicati al mondo del fumetto ma soprattutto lettore di COMICS di ogni genere.
Potrebbero interessarti anche