Come gli attentati hanno cambiato il turismo

th1M7ORSV8

Dopo la tragedia di Nizza e il fallito golpe in Turchia con le vacanze estive in pieno svolgimento viene da chiedersi se e come gli attentati hanno cambiato il mondo del turismo nelle località del Mediterraneo, da sempre considerate mete molto sicure.

A Nizza, seconda città più visitata della Francia dopo la capitale Parigi, dopo l’attacco che ha causato più di 80 vittime la sera del 14 luglio, l’atmosfera gioiosa e festiva tipica dell’estate ha lasciato il posto alla paura e allo sgomento per un atto tanto orribile. Già il giorno dopo la carneficina sulla Promenade des Anglais molti albergatori, ristoratori e negozianti hanno lamentato un brusco calo di clientela e hanno detto di avere ricevuto numerose disdette nelle prenotazioni.

Loading...

Alcuni turisti hanno deciso di accorciare la loro vacanza e sono tornati a casa il giorno dopo l’attentato, mentre quelli che sono rimasti portano dentro di loro il ricordo di quella serata di festa che all’improvviso si è trasformata in una tragedia e sono ancora molto scossi al solo pensiero di tutto quello che è successo.

La Turchia, con i suoi 7200 chilometri di costa e le sue grandi metropoli piene di fascino come Ankara e Istanbul, sta risentendo molto del clima di tensione che si respira nel Paese; già prima del fallito golpe numerosi attentati avevano colpito i luoghi più affollati e amati dai turisti e dopo quello che è successo il 15 luglio molti saranno i turisti indotti a scegliere un’altra meta per motivi legati alla sicurezza.

Erdogan si è affrettato a dichiarare che la Turchia è un Paese sicuro e che non ci sono rischi per i visitatori, ma di certo il settore turistico risentirà dell’instabilità delle istituzioni turche e le immagini delle epurazioni volute dal governo non aiuteranno a rilanciare l’immagine della Turchia come meta turistica.

I dati di questa estate si conosceranno solo in autunno, ma molto probabilmente si assisterà ad uno spostamento dei flussi turistici verso Paesi considerati molto belli e pieni di attrazioni per i visitatori e anche più sicuri come Spagna, Portogallo, Grecia e Italia.

Sono una ragazza di trenta anni con Laurea triennale in Studi Internazionali e Laurea magistrale in Scienze del governo e dell'amministrazione; ho anche frequentato un Master e vari corsi post laurea. Conosco oltre all'italiano, inglese e francese e il tedesco a livello base. Le mie passioni sono leggere, scrivere di attualità, ambiente e animali e viaggiare per scoprire sempre posti nuovi. Oltre che per Quotidian Post scrivo anche per Prima Pagina on line, Notiziario Estero e Report Difesa. Ho anche un blog personale http://valeryworldblog.com
Potrebbero interessarti anche