Grano, ministero difesa turco: “Sei navi hanno lasciato in sicurezza l’Ucraina”

Istanbul comunica che tutto sta andando secondo i piani

Sei navi con prodotti agricoli hanno lasciato l’Ucraina domenica mattina, ha affermato il ministero della difesa turco guidato da Hulusi Akar, uno dei principali responsabili della salvagaurdia del grano ucraino indirizzato verso i porti europei e non.

Secondo il servizio di localizzazione delle navi Marine Traffic, le navi che hanno lasciato i porti sono: la Melina, la Silver Lady, la FPMC B 201, la DS Sofie Bulker, la SSI Invincible II e la Aeolos.

- Advertisement -

La loro partenza è stata precedentemente autorizzata dal Centro di coordinamento congiunto di Istanbul, che è stato scelto dai paesi che hanno firmato gli accordi del grano (voluti soprattutto da Russia e Turchia).

Secondo il ministero della Difesa turco, cinque navi portarinfuse sono andate in Ucraina. Erano state correttamente ispezionate dai rappresentanti selezionati del JCC (Jount Coordination Center).

- Advertisement -

L’esportazione dei prodotti agricoli dall’Ucraina avviene attraverso un corridoio umanitario prestabilito, ed è controllato dal JCC. Gli ispettori controllano ogni nave prima che entri nello Stretto del Bosforo. Misure simili si applicano anche alle navi portarinfuse vuote dirette in Ucraina. L’accordo congiunto, firmato a fine luglio 2022, sta mitigando l’impatto della crisi alimentare permettendo un flusso costante del grano trasportato sulle navi proveniente dai porti dell’Ucraina.