Guerra alle sigarette da parte del ministero della salute

fumo

Il ministero della salute varerà una vera e propria “lotta al fumo”. A partire da metà settembre infatti, nuove restrizioni e foto shock sui pacchetti scoraggeranno i fumatori o futuri tali. Misure del genere, già applicate in altri paesi in Europa, hanno effettivamente dato risultati considerevoli… Vediamo ora cosa accadrà in Italia. Innanzitutto immagini forti sulle probabili conseguenze del fumo occuperanno oltre il 60 per cento delle confezioni. Aboliti saranno anche gli astucci”micro” da 10 sigarette. Sarà vietato fumare in auto in presenza di minori o donne in gravidanza; i rivenditori che venderanno sigarette ai minorenni potranno essere puniti con sanzioni molto alte; proibita inoltre la vendita di sigarette aromatizzate, mentolo, vaniglia eccetera; inoltre ci sarà un sistema di rintracciabilità dei pacchetti per impedire il traffico illegale degli stessi. Il nuovo e “aspro” decreto non risparmia nemmeno le sigarette elettroniche per cui saranno varati provvedimenti a “misura di bambino”: in futuro impossibile manometterle e sarà presente un sistema di protezione per evitare spargimenti di liquido contenente nicotina. In ultimo proprio il ministero, controllerà i prodotti da immettere sul mercato, senza risparmiare controindicazioni e effetti nocivi sulla salute. Tutto questo non solo per scoraggiare i fumatori attuali, ma anche per impedire che in futuro altri giovani, talvolta giovanissimi, si avvicinino al tremendo “viziaccio” che spesso rappresenta una scorretta moda. Non solo come standard sociale, ma anche e soprattutto perchè il fumo, e tutte le sostanze in esso contenuto, provocano dipendenza… Proprio quella che, una boccata dopo l’altra, toglie oltre dieci anni di vita alla volta!

Loading...