Guerra Russia – Ucraina: il Pentagono esclude la vittoria per Kiev

Il freddo invernale avvicina la possibilità di negoziazione tra Ucraina e Russia

Il capo di Stato maggiore statunitense Mark Milley dichiara che “La probabilità di una vittoria militare ucraina, che includa l’espulsione dei russi da tutta l’Ucraina, compresa la Crimea, non è militarmente alta“. Lo fa a gran voce all’interno di una conferenza stampa al Pentagono, proseguendo poi dicendo “Forse è possibile una soluzione politica“, grazie alla quale si vedrà in scena un ritiro dei russi.

Il rigido freddo ucraino sembrerebbe abbassare enormemente la possibilità che Kiev esca vincitrice dalla guerra in atto, ma allo stesso tempo, in virtù delle capacità di difesa degli ucraini, non viene data neanche per scontata la vittoria suprema della Russia.

- Advertisement -

Milley infatti ha anche affermato che “I russi hanno fallito ogni singola volta. Hanno perso strategicamente, hanno perso operativamente e, ripeto, hanno perso tatticamente. Quello che hanno cercato di fare, lo hanno fallito”, e che “Sull’intera linea del fronte di circa 900 chilometri, gli ucraini hanno ottenuto successi dopo successi”.

La soluzione plausibile quindi, sembrerebbe essere proprio una contrattazione tra le due nazioni.

Letizia Narcisi
Letizia Narcisi
Sono una nomade digitale: giro il mondo, vedo cose e le trasformo a favore del mio lavoro e dei miei clienti.Prima di lasciarmi, mio padre mi scrisse una frase: "A tentare c'è la possibilità di vincere". Da quel giorno è diventata il mio motto di vita.