Guerra Ucraina: continuano le esplosioni che interessano le città russe

Kursk e Belgorod le due città interessate

Come era chiaro sin da ieri ora la guerra sta interessando anche alcune postazioni strategiche all’interno del territorio della Russia; a pochi kilometri dal confine con l’Ucraina. Nelle prime ore di mercoledì altre esplosioni hanno interessato alcuni territori dell’Ucraina orientale, zona che al momento è interessata al conflitto.

Vicino Belgorod un deposito di munizioni ha preso immediatamente fuoco appena gli eserciti hanno movimentato i propri mezzi nel territorio al confine. Tuttavia, nonostante il clamore i russi non hanno ancora rivendicato nessuna attività sospetta da parte degli ucraini.

- Advertisement -

Russia Ucraina: altre esplosioni interessano il confine

Anche a Kursk, capoluogo della provincia omonima, si sono susseguite una serie di esplosioni che dovrebbero vedere come protagonisti gli ucraini, anche se scarseggiano prove a documentare ciò. I russi hanno risposto a tali manovre bombardando diversi paesi della regione di Dnipro. Luogo in cui diversi battaglioni, come quello Dnipro-1 Regiment, combattono contro i russi da un paio di settimane.

Ieri un’altra zona al confine tra Russia e Ucraina è stata interessata a diversi movimenti di artiglieria, ossia quella di Bryansk. Qui ha preso fuoco non un deposito di munizioni bensì un deposito di carburante provocando una grande esplosione che si è sentita anche a diversi kilometri di distanza.