Hostess a 80 anni e ancora in attività

Bette-Nash_MGTHUMB-INTERNA

“Nonna hostess”. Come è stata simpaticamente battezzata Bette Burke-Nash, da 58 anni a bordo sugli aerei Us Airways a servizio dei passeggeri.

«Grazie per aver volato con noi, buona giornata». La donna, ormai ottantenne, fu assunta nel 1957 quando le condizioni di lavoro, come hostess, erano ancora proibitive e con un vademecum da rispettare. Le donne, in divisa castigata e con i guanti bianchi per servire i passeggeri della prima classe, non potevano sposarsi, avere figli e dovevano seguire una dieta rigida, altrimenti venivano licenziate.
Negli anni settanta le regole cambiarono, in meglio. Le hostess indossavano hot-pants, una camicetta bianca aderente e calzavano stivali lunghi, consapevoli di volare sui cieli nazionali ed internazionali con un’altra mentalità, perché ad ogni decollo ti trovavi da un’altra parte del mondo.
Bette Burke-Nash afferma che non vuole andare in pensione, perché ha ancora molto da dare e non sente il peso della vecchiaia.

Loading...

ANTONIO AGOSTA