I tessuti realizzati con le mele marce

La moda bio sostenibile è il futuro

L’industria della moda, attualmente, si basa su tessuti realizzati in fibre di poliestere non riciclabili. Sembrerà strano, ma in un futuro non troppo lontano sarà possibile acquistare dei capi d’abbigliamento realizzati da scarti di cucina e vegetali, come i pomodori marci, le bucce della frutta, i fondi di caffè o pane ammuffito. Il futuro della moda, infatti, come ha dichiarato Avneet Ghotra, studentessa del 2018 dell’Università di Toronto Mississauga specializzata in scienze ambientali e biochimica che ha fondato una start up proprio per realizzare questo concetto.

ALT TEX, è infatti un progetto che Ghotra porta avanti dallo scorso autunno in collaborazione con la sua migliore amica Myra Arshad, che ha studiato economia alla York University. La start-up, grazie alla sua idea innovativa, è riuscita ad ottenere una sovvenzione pari a 30.000 dollari, elargiti dal Family Social venture Fund. Tale fondo, è destinato agli studenti più promettenti, che presentano idee in grado di avere un impatto su scala globale.

- Advertisement -

Lo scopo è quello di ridurre i rifiuti

Già esiste qualcosa di simile: la bioplastica scomponibile basata sull’acido polilattico (PLA) , che, però non viene utilizzata in campo tessile ma per imballaggi alimentari, impianti medici e stampa 3D. Tuttavia, per realizzare la bioplastica, occorre piantare più mais e di conseguenza limitare le scorte ad utilizzo alimentare. Lo scopo delle due dottoresse è invece quello di utilizzare gli scarti, attingendo dai rifiuti post-industriali che coltivatori, produttori e rivenditori non utilizzano.

Proprio per questo, si stanno attivando per consolidare le partnership con agricoltori del loro territorio. Se riuscissero nel loro intento, si riuscirebbe a diminuire la quantità di rifiuti organici, che emettono molto gas ed incrementano l’effetto serra. I primi esperimenti per realizzare il tessuto ecologico, sono stati effettuati partendo da mele marce, ed il risultato è stato un tessuto economico, ecologico, ed al contempo resistente.

- Advertisement -

Leggi anche: Quando la moda diventa beneficenza