ISIS pronto a colpire l’Italia?

Anche l'Italia nel mirino della jihad

Gli arresti di presunti fiancheggiatori del terrorismo internazionale a Latina, a Torino ed in altre località italiane ha messo in allarme la nostra intelligence ed anche l’opinione pubblica in vista delle festività pasquali. L’ISIS sta preparando attacchi in Italia in occasione delle festività religiose?

Uno degli arrestati sembra che stesse studiando video di precedenti attentati compiuti con grossi camion lanciati contro la folla e che volesse fare lo stesso, un intento che per fortuna non si realizzerà mai perché l’aspirante terrorista è stato arrestato. Gli arresti tuttavia non bastano a convincere l’opinione pubblica che il pericolo sia passato perché nessuno sa davvero quanti siano in Italia i radicalizzati che potrebbero mettere in atto un attacco terroristico come quelli che hanno già pesantemente insanguinato città occidentali e non solo. Il pericolo di attentati terroristici rimane molto alto in tutta la penisola e tutte le celebrazioni delle festività pasquali sono blindate con metal detector e barriere in cemento per ostacolare mezzi pesanti che potrebbero essere usati contro la folla.

Il fatto che molti degli arrestati conducessero una vita apparentemente normale li rende se possibile ancora più pericolosi perché nessuno si aspetterebbe mai che dietro all’apparenza si possa nascondere un fiancheggiatore del terrorismo pronto ad attaccare in qualunque momento. Il problema sicurezza riguarda un po’ tutto il nostro territorio nazionale ed anche i bambini non sono immuni, come si è visto con il cattivo maestro che indottrinava i giovanissimi allievi all’odio in nome di una lettura sbagliata e distorta del Corano.

Loading...

La tensione rimane altissima soprattutto nelle zone di confine che sono da sempre più sensibili al traffico di esseri umani ed al passaggio di personaggi legati al terrorismo. Solo poco fa in una cittadina francese al confine con la l’Italia, Varces-Allieres-et-Risset, un uomo a bordo di un furgone ha tentato di investire alcuni militari di guardia dopo averli pesantemente insultati. Per fortuna i militari sono riusciti a buttarsi di lato e sono rimasti illesi; hanno fornito ai loro colleghi una descrizione molto precisa del veicolo ed anche il numero di targa.

Sono una ragazza di trenta anni con Laurea triennale in Studi Internazionali e Laurea magistrale in Scienze del governo e dell'amministrazione; ho anche frequentato un Master e vari corsi post laurea. Conosco oltre all'italiano, inglese e francese e il tedesco a livello base. Le mie passioni sono leggere, scrivere di attualità, ambiente e animali e viaggiare per scoprire sempre posti nuovi. Oltre che per Quotidian Post scrivo anche per Prima Pagina on line, Notiziario Estero e Report Difesa. Ho anche un blog personale http://valeryworldblog.com