Isis: video integrale del pilota giordano arso vivo. Amman giustizierà Sajida al-Rishawi

images (1)

Il pilota sarebbe morto il 3 gennaio, anche se ancora ci sono forti dubbi sulla data esatta dell’uccisione. Nel video integrale diffuso dallo Stato Islamico, viene filmata la tragica morte del pilota giordano Muadh al-Kasasibah, arso vivo in una gabbia, e poi seppellito sotto le macerie. La direttrice del sito di intelligence Site, Rita Katz, lo annuncia via twitter.

L’esercito giordano ne ha dato conferma e anche la  famiglia del giovane pilota è stata messa al corrente della tragedia. La Casa Bianca ha condannato le azioni dell’Isis, e i servizi americani stanno effettuando verifiche per essere sicuri dell’autenticità del video.

Loading...

Il tenente colonnello Muadh al-Kasasibah, 27 enne, venne catturato il 24 dicembre dal califfato, dopo che il suo aereo F-16 precipitò in Siria. L’Isis annunciò la sua morte nei primi giorni di gennaio, ma in seguito chiese  il rilascio immediato della kamikaze qaedista Sajida al-Rishawi, in cambio della vita del pilota. Amman, prima di liberare la donna reclamò la prova che l’uomo fosse ancora vivo, ma la trattativa per lo scambio fallì.
L’isis affermò “Se ne andrà con il sole”.

Re Abdallah di Giordania, dopo aver saputo dell’uccisione del pilota ha immediatamente interrotto la sua visita negli Stati Uniti ed è tornato d’urgenza in Giordania. “La Giordania farà tremare la terra” sotto lo Stato Islamico.
Barack Obama parla di brutalità dell’sis che porterà gli Stati a raddoppiare la determinazione per sconfiggere il califfato.
Non c’è conferma ufficiale da Amman, ma da fonti di sicurezza del governo giordano, cinque terroristi in carcere in Giordania, saranno giustiziati, mentre Sajida al-Rishawi la donna qaedista sarà uccisa domani all’alba.

 Il portavoce dell’esercito, il generale Mamduh al-Amiri, ha annunciato «Il sangue del martire non sarà stato versato invano e la vendetta sarà proporzionale a questa catastrofe che ha colpito tutti i giordani».

SCENE DEL VIDEO

Il video della durata di 22 minuti sarebbe stato girato dalla media company «ufficiale» dell’Isis, al Furqan. L’ostaggio, vestito con una tuta arancione, si vede mentre pronuncia delle frasi, alle spalle si intravedono delle bandiere appartenenti agli Stati anti -Isis (tra le quali Canada, Francia, Stati Uniti, Regno Unito, Emirati arabi e Giordania). Nell’ultima scena del video si vede l’ostaggio in una gabbia di ferro, col fuoco che avanza circondandolo, ad appiccare il fuoco con una torcia a una striscia di benzina sarebbe un emiro con mimetica e viso coperto. Il pilota poi sarebbe stato sepolto da un bulldozer sotto le macerie.

ATTENZIONE: Le immagini molto forti potrebbero urtare la vostra sensibilità

CLICCARE QUI

Taglia su 50 piloti giordani della coalizione anti-Isis

Nel video integrale che ritrae la macabra uccisione del pilota Muaz Kassasbe, il Califfato ha inserito una lista dettagliata di 50 piloti giordani con le generalità, la foto il paese di provenienza, scritto in arabo ed inglese. Secondo lo Stato Islamico parteciperebbero alla Coalizione internazionale contro l’Isis, quindi mette una taglia su di loro. La scheda inclusa nel video è intitolata «Ricercato. Pilota crociato».

Potrebbero interessarti anche

1 commento

Comments are closed.