La Boldrini dice no alla mostra degli orrori: “Immagini troppo forti”.

Niente mostra per le nostre scolaresche, secondo Lady Montecitorio Laura Boldrini: ” Immagini troppo crude, i nostri studenti rimarrebbero scossi”.

 La mostra con le fotografie che immortalano gli orrori della polizia militare di Assad in Siria,  è stata ospitata nelle più  importanti sedi istituzionali europee ed Usa come il palazzo di vetro dell’Onu a New York, il Parlamento europeo e il Parlamento in Gran Bretagna, e visitata anche da numerose scolaresche. Sono immagini forti che mostrano le torture subite quotidianamente dagli oppositori del regime e  avrebbero dovuto essere ospitate in Italia alla Camera o al Senato. Emma Bonino che aveva promosso l’iniziativa in quanto membro della delegazione dell’European Council dice: “Sono mesi che cerchiamo di portare anche a Roma queste testimonianze visive e inequivocabili delle torture sistematiche perpetrate  dal regime di Assad contro i detenuti, ma la Camera e il Senato le hanno bocciate. Forse per ragioni di opportunità politica, forse perché troppo crude.” E continua: ” Se non le si mostrano si commette l’errore di edulcorare i fatti, allevando generazioni di giovani che non conoscono la realtà e la sua durezza. Mi sembra una posizione incomprensibile. E’ dal 2013 che quelle oltre 53.000 immagini che documentano le sofferenze di quasi 7.000 prigionieri fanno il giro del mondo. Per Laura Boldrini non possono essere esposte alla Camera, offendono le nostre sensibilità. Ma sono vere, sono lo specchio di eventi reali.

L’autore di quelle foto è il siriano Caesar, ex fotografo della polizia militare del sanguinario presidente Assad, che dopo anni all’interno delle prigioni era riuscito a trafugare i file e a portarli in Europa dove oggi vive sotto stretta protezione  dopo aver  disertato. Le foto sono state verificate e ritenute vere dalle più autorevoli organizzazioni umanitarie come Human Rights Watch che le ha pubblicate sul proprio sito web e molte università europee le hanno ospitate.

Le terrificanti foto che  nel resto del mondo sono state proposte, in Italia non si vedranno… Ma siamo veramente così sensibili o è un altro caso come quello delle statue velate in occasione della visita di Rouhani? Voi cosa ne pensate?

Loading...
Potrebbero interessarti anche