La Germania abbandona la missione Sophia

Missione Sophia, il fallimento

La Germania abbandona la missione Sophia

La Germania abbandona missione europea Sophia, in risposta alla linea dura del governo italiano sull’accoglienza. Il governo tedesco infatti giudica le nuove regole troppo severe e non adatte a proteggere il diritto umanitario di chi è in fuga da guerre e miseria.

La missione Sophia è nata con lo scopo di evitare le morti in mare dei migranti, ma adesso che le regole si sono fatte più severe secondo i tedeschi è diventata praticamente inutile, ecco perché la decisione di abbandonarla. Il Ministro dell’interno Matteo Salvini ha fatto sapere che “Non è un problema”, critico verso una missione che impone all’Italia di far approdare nei suoi porti tutti i migranti salvati in mare.

“La missione Sophia non ha mai funzionato” ha detto Salvini

Proprio l’uscita tedesca consente a Salvini di ricordare che “la missione Sophia aveva come mandato di far sbarcare tutti gli immigrati solo in Italia e così ha fatto, con 50.000 arrivi nel nostro Paese”. Quindi, “se qualcuno si fa da parte, per noi non è certo un problema”.

E in effetti, tutti i tentativi in sede europea per cambiare le regole d’ingaggio di Sophia, finora, sono andati a vuoto, e la missione è stata tenuta in vita con una proroga tecnica di tre mesi. Una missione mal riuscita, quindi, che ha scaricato tutti i migranti e i costi sull’Italia.

Tensione anche con la Francia

Anche con la Francia i rapporti sono al minimo storico, infatti è stata richiamata la nostra Ambasciatrice a Parigi. Molto dura, in serata, la risposta a Salvini della ministra francese per gli Affari europei Nathalie, Loiseau, affidata ad un tweet: “Salvini insulta i francesi e tutto ciò che abbiamo fatto e stiamo ancora facendo per aiutare gli africani”.

In definitiva sia con la Francia che con la Germania i rapporti sono pessimi e ci vorrà tanto per tentare di ricucire gli strappi.

Iweblab