La voce femminile danneggia il cervello dell’uomo

Voce-donna

Secondo uno studio realizzato dal professor Michael Hunter, dell’Università di Sheffield (UK), la voce femminile della donna può creare stanchezza nel cervello degli uomini, coinvolgendo l’aera uditiva. Una ricerca fatta attraverso tecniche di risonanza magnetica nucleare, individuando diverse aree del cervello in cui si attivano la voce maschile e quella femminile.

L’uomo diventa intollerante ad ascoltare per lungo tempo una donna, gli crea una sorta di rigurgito encefalico, rinunciando a una comunicazione verbale per insofferenza auditiva. Chissà quanti amori non nasceranno a causa di questo banale problema?

Loading...

Sempre l’uomo, a differenza della donna, la sua voce incide solo una piccola parte del cervello, il cui suono, dalle basse frequenze, diffonde vibrazioni dure e ruvide, diventa quasi piacevole ascoltarlo.

Il problema viene spiegato dalla scienza medica, nulla togliendo al gentil sesso, la donna, la cui gamma di sequenze ha dei toni più complesse di quella dell’uomo. Le cause sono da attribuire alle differenti dimensioni e forme delle corde vocali e della laringe.

Una scusa legittima per mettere a tacere la propria moglie o compagna.

Le donne, quando parlano, tendono ad aggredire l’uomo che hanno davanti, magari lo fanno inconsapevolmente, provocando un respingimento mentale dalla persona amata con la classica frase: “ti prego, basta, non posso più sentirti parlare”.

Potrebbero interessarti anche