L’attentato a Mosca è stato rivendicato da Isis-K. Già 11 arresti

L'attacco terroristico che ha colpito ieri Mosca provocando moltissimi feriti e oltre 90 morti, porterebbe la firma dell'Isis

Ieri un commando ha fatto irruzione al Crocus City Hall, una sala concerti che si trova non lontano dal centro di Mosca. Hanno immediatamente aperto il fuoco lasciando dietro di sè 93 morti, tra cui 3 bambini, e una moltitudine di feriti. I testimoni hanno detto che prima di lasciare il teatro, i terroristi hanno persino lanciato all’interno della sala granate e bottiglie incendiarie. Per questa ragione, l’edificio ha preso fuoco. E’ indubbio che l’obiettivo era uccidere il maggior numero di persone possibili.

Il Cremlino oggi dichiara di avere effettuato già 11 arresti e che tra questi quattro persone facevano parte del commando d’assalto.

- Advertisement -

Nell’automobile che i terroristi hanno utilizzato per raggiungere il teatro e per allontanarsi poi, una Renault di colore bianco, sono stati ritrovati passaporti del Tagikistan. Le armi rinvenute sul luogo della strage sono kalashnikov.

L’Isis-K ha rivendicato l’azione. Si tratta del califfato dell’Iraq conosciuto anche come wilayat Khorasan, ed è la branca afghana dello stato islamico dell’Iraq e del Levante. La ragione di questo attacco al cuore della Russia potrebbe essere la volontà di ricostituire un nuovo califfato includendo anche ex repubbliche sovietiche, come il Turkmenistan, il Tagikistan e l’Uzbekistan.

- Advertisement -

Il Ministro Tajani ha assicurato che tra le vittime non risultano esserci connazionali.

Elisabetta Beretta
Elisabetta Beretta
Ho un diploma di Perito Aziendale e Corrispondente in lingue estere e un background da studio commercialista, dove ho lavorato per 27 anni in Italia occupandomi di dichiarazioni dei redditi, bilanci ed ero la responsabile finanziaria dello studio. Ma ho sempre amato scrivere. Nel 2021 ho cominciato a predisporre contenuti di vario genere come ghostwriter. Nel 2022 ho deciso di avere bisogno di un cambiamento radicale: mi sono licenziata e sono partita per l’Andalusia dove sono attualmente residente.